Home
Sudcritica
=MODUGNO, L'AREA DELLA CEMENTERIA SARA' VERDE PUBBLICO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 24 Gennaio 2014 10:31
CEMENTERIA MAPPA2

UNA SVOLTA STORICA PER MODUGNO.
L'AREA DELLA EX CEMENTERIA SARA’ A VERDE PUBBLICO, PAROLA DI CONSIGLIO;
COME CHIEDONO DA ANNI I CITTADINI,
ITALIA GIUSTA E NICOLA MAGRONE

Il consiglio comunale ha approvato l’atto di indirizzo presentato dai consiglieri di maggioranza.
La minoranza, dopo aver presentato proprie mozioni e tentato di proporre emendamenti, tutti respinti, ha votato alla fine la mozione della maggioranza.

 

 

 

La mozione approvata all'unanimità:

In un sito contaminato, si è svolta per dieci anni (2003-2013) una bonifica affidata esclusivamente all'azienda senza l'approvazione di un piano generale e con controlli solo parziali. Da oggi,

programmare e coordinare indagini e analisi, in particolare sul suolo, il sottosuolo, la cava e la falda acquifera nella ex cementeria e avviare l'istruttoria per gli atti da sottoporre al Consiglio Comunale, entro il 30 aprile, per la variante allo Strumento Urbanistico Generale.

Ultimo aggiornamento Venerdì 24 Gennaio 2014 15:51
 
=MODUGNO, IL CONSIGLIO COMUNALE DISCUTE DELLA EX CEMENTERIA= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 21 Gennaio 2014 16:49

logo italia giusta internet DA USARE

  I consiglieri approvino, dunque - se ne hanno il coraggio civile, come noi speriamo - un odg per fare li’ un PARCO PUBBLICO

 

Anche nella scorsa seduta del consiglio (il 20 dicembre 2013)  si sarebbe dovuto parlare della questione della ex cementeria, ma, appena giunti in aula, ne chiesero il rinvio gli stessi rappresentanti dell'opposizione che avevano chiesto la discussione. E per essere sicuri di ottenere il rinvio allungarono a dismisura la discussione su uno dei punti all'ordine del giorno, trasformando la seduta nella

DIFFIDA DI BURLETTA

di  Giorgio Tarquini

_________________

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Gennaio 2014 17:51
 
=UE CI LIBERI DAL RICATTO DEL DEBITO SOVRANO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 06 Gennaio 2014 10:51

debito1La Bce controlla la moneta, sia dunque lEuropa a gestire il debito

 

Non abbiamo più una banca nazionale di emissione. Il controllo, cioè, della moneta è centralizzato, è della Bce; questioni cruciali di politica dell’economia sono di competenza europea. Ora è venuto il momento di liberare gli Stati dal ricatto del debito sovrano e di affidarne l’intera gestione all’Europa.

 

di  Mino Magrone

_________________

Ultimo aggiornamento Lunedì 06 Gennaio 2014 18:31
 
=CAPODANNO 2014, AUGURI SPECIALI A MODUGNO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 04 Gennaio 2014 17:08

Il sassofonista Roberto Ottaviano

e il chitarrista Nando Di Modugno

in concerto

 

       

 

L’amministrazione comunale di Modugno, a Capodanno, ha augurato a tutti un bellissimo 2014 con uno strepitoso concerto tenuto da Ottaviano e Di Modugno nella Chiesa del Suffragio. Il concerto si è svolto nellambito delle iniziative per le festività natalizie, ‘Illuminazioni, organizzate dallamministrazione.

Ultimo aggiornamento Sabato 04 Gennaio 2014 22:14
 
=PRIVATIZZAZIONI, IN ITALIA E' STORIA DI SVENDITE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 01 Gennaio 2014 23:26

pubblico-privato
La cronaca nera del capitale pubblico svenduto ai privati.

 

di Mino Magrone

______________

Attraverso maglie sempre più strette è ancora possibile criticare il pensiero unico dominante in Europa e nella sua insignificante provincia italiana. Vediamo di che cosa si tratta questa volta.

E’ il piano di dismissioni e privatizzazioni di imprese pubbliche predisposto dal governo italiano che prevede un’entrata di 12 miliardi di euro.

Ultimo aggiornamento Giovedì 02 Gennaio 2014 00:52
 
UN ORIZZONTE DI LIBERTA' CONTRO LE COLONIZZAZIONI DELLA POLITICA MERCENARIA PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 29 Dicembre 2013 15:40

Dedicato a Silone il seminario conclusivo del ciclo di incontri 'Uscite di sicurezza', organizzato dall'amministrazione comunale per un'analisi del 'nostro tempo'

magrone panaro silone 18dic

un’uscita di sicurezza rispetto a una politica tattica, furbesca, doppiogiochista, mercenaria, moneta di scambio, corrotta o corruttibile

 

di  Nicola Sacco

______________

 

Riemersa, in una serata umida e fredda, all’interno di un edificio storico del centro cittadino, la coscienza di Ignazio Silone, quella stessa coscienza costituitasi come il solo tribunale a cui lo scrittore di Pescina abbia, alfine, accettato di sottoporsi.

Ultimo aggiornamento Domenica 29 Dicembre 2013 17:40
 
=il libro. I DUE GIORGINI DI FAUSTO ROMANO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 26 Dicembre 2013 13:13

                Grazie per aver viaggiato con noi

“Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia”
 G. Gaber

di Tony Tundo

_____________

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Dicembre 2013 16:22
 
=MA OGGI E' NATALE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 24 Dicembre 2013 20:57

 

 

Foto: #ACCADDEOGGI - 22/12/1947 Approvata la Costituzione italiana http://ow.ly/rFdpQ  

 Buon cappotto e buone scarpe 

Si augura all’uomo di capire qual è la storia a cui sempre si torna.

Ce ne sono tante candidate ad esserlo.

Alcune più tentatrici di altre, più facili a ripetersi, più dure ad essere rigettate, tanto frequenti e frequentate da essere banali e volgari. Ce ne sono altre, rare, fredde, impervie: traiettorie quasi aliene, apparentemente improponibili, soggette a sottrazione ingiuria e violenza continue, sottoposte a incessante rischio di sterilizzazione desertificazione e annichilimento, rese perciò infrequenti e infrequentate. Il viandante che cammina nella storia più difficile non è né pastorale né martire, segue criteri minimi di orientamento, criteri già scritti nelle origini, e le origini sono la sua meta; egli ha messo una vita a fabbricarsi il cappotto e a risuolarsi scarpe, non porta doni e non dischiude regni di sorta, da trasferire ha solo l’arte di fabbricarsi un buon cappotto e buone scarpe, ha un debole per l’umanità e ne domanda la compagnia, ma senza far proseliti, non aspira a redimere ma si limita ad allontanare da sé la prostituzione morale, manda al diavolo il suddito senza por tempo in mezzo, ricollocandolo in più idonea storia, quella vocata a cancellare le origini insieme con la compiutezza dell’uomo.

Natale è un’origine, una storia a cui bene o male sempre si torna, il rinascere alla religione dell’origine che a sé tutto riconduce: la storia che si sviluppa e torna entro sé. L’origine che non dilegua.

A una città, Modugno, capitò di smarrire le origini. Ma oggi è Natale.    (nicola sacco)

Ultimo aggiornamento Martedì 24 Dicembre 2013 21:23
 
=DI SILONE, A MODUGNO: NICOLA MAGRONE E PAOLO PANARO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 15 Dicembre 2013 23:14

nicola magrone a pescina 1MERCOLEDI 18 DICEMBRE 2013. CON NICOLA MAGRONE E PAOLO PANARO SI CONCLUDE A MODUGNO IL CICLO DI INCONTRI

"USCITA DI SICUREZZA"


PROMOSSO DALL'ASSESSORATO ALLA CULTURA

Chiesa del Purgatorio, piazza Sedile, Modugno, ore 18.30

Nicola Magrone, magistrato e Sindaco di Modugno, parlerà di Ignazio Silone, lo scrittore che, com'èpaolo panaro noto, si definiva «un socialista senza partito e un cristiano senza Chiesa».
L'attore Paolo Panaro leggerà testi di Ignazio Silone.

.

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Dicembre 2013 00:14
 
=LA NUOVA LIBERAZIONE NAZIONALE DEL 4 DICEMBRE 2013= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 07 Dicembre 2013 12:46

Porcellum. Fine di una legge "fascistissima".  

Ma non è merito del Parlamento

di Prisco Piscitelli *

_______________

 

porcellum1Sarebbe opportuno annoverare il 4 Dicembre 2013 tra le date importanti per la vita della nostra Repubblica Italiana, come il 2 Giugno e il 25 Aprile. Il paragone con la festa della liberazione e quella del cambio di regime non è del tutto azzardato, se si considerano le circostanze in cui è maturata la sentenza della Corte Costituzionale che pone fine alla legge elettorale con cui gli Italiani sono costretti ad eleggere il Parlamento da ben sette anni. Un parlamento di nominati dalle segreterie di partito (laddove ancora ne esistono) o peggio dal “leader maximo” o dal “padre-padrone” quando non dal “proprietario di partito” di turno (il tradizionale “uomo solo al comando” da cui credevamo di essere diventati immuni dopo le tragedie del ventennio fascista). All’alba della decisione dei giudici della Consulta,il Paese si sveglia finalmente LIBERATO da un giogo antidemocratico imposto da un sistema incapace di varare autentiche riforme che abbiano come fine il bene comune. 

Ai  magistrati della Corte – dimostratisi di ben diversa pasta rispetto alla corte di cortigiani di cui è stato riempito il Parlamento grazie a una legge elettorale pensata solo per reclutare vassalli (sotto il costante ricatto della ricandidatura) – va la massima gratitudine di tutto il popolo italiano, espropriato con la violenza del sopruso legalizzato di quella sovranità che gli è attribuita dall’articolo 1 della Costituzione e che recita semplicemente così: “La sovranità appartiene al popolo”. La sovranità appartiene al popolo: è bene che se lo ricordino i poco onorevoli (diciamo pure indecenti) rappresentanti in Parlamento che hanno votato una legge elettorale ribattezzata dal suo stesso proponente (sulla cui impresentabilità ciascuno è libero di giudicare) col nome di “Porcellum”.

Ultimo aggiornamento Sabato 07 Dicembre 2013 13:21
 
=IN RICORDO DI PALMINA MARTINELLI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 02 Dicembre 2013 09:42

Palmina-MartinelliTrentadue anni fa (il 2 dicembre 1981), nel Policlinico di Bari, moriva Palmina Martinelli, dopo venti giorni di agonia per essere stata data alle fiamme. Era una piccolina (aveva solo 14 anni) che amava la vita ma morì come una povera cosa per non aver voluto assecondare il suo destino che era quello di essere portata alla prostituzione, magari in un giro di bimbe-prostitute per facoltosi professionisti di provincia. Palmina riuscì a raccontare chi le aveva fatto male, ma nonostante questo non ha avuto giustizia: per l'assoluzione in primo grado dei suoi aguzzini (il 22 dicembre 1983), il pm inquirente, Nicola Magrone, commentò: "In realta' e' un ammonimento terribile a non parlare piu', a tacere, un ammonimento per chiunque viva qualcosa del genere a non chiedere di essere creduto o smentito perche' bugiardo e calunniatore''.

Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Dicembre 2013 14:42
 
=UNA 'DECRESCITA' CONTRO IL POTERE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 29 Novembre 2013 23:08

decrescita1

Anche la crisi economica che oggi viviamo si traduce, in buona sostanza, in una sorta di “decrescita” dai più non voluta. Non voluta perché il calare del reddito, l’aumento della disoccupazione, la chiusura delle fabbriche ed il riemergere della povertà non sono processi innescati da una coscienza e cultura collettiva che intende, con ragionevolezza, cambiare il modo di produrre. La crisi infatti, appare ed è vista come una calamità che periodicamente e alla cieca si abbatte sulle comunità scaricando sui più indifesi la sua violenza

 

di  Mino Magrone

________________

 

L’argomento della “decrescita” conquista sempre più campo nella letteratura economica e sociale tanto da competere, in quanto a fiumi di inchiostro impiegati per spiegarlo, con l’altro cavallo di battaglia, oggi furiosamente in voga, della “crescita” economica. Penso che anche i popoli cosiddetti primitivi si ponessero la domanda su che cosa fare del “sovrappiù” che la loro produzione sociale procura.

 
=ALLUVIONI E CEMENTIFICAZIONE SELVAGGIA= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 28 Novembre 2013 09:11

ciclone-cleopatra-mette-in-ginocchio-la-sarde-L-MwSOzj

 è un fatto che in Sardegna e in tutte le regioni italiane la fa da padrona un abusivismo edilizio autorizzato a costruire anche laddove non potrebbe. Ad Olbia, le acque meteoriche hanno travolto case edificate su canali intombati, un po’ dappertutto nell’isola le abitazioni sono sorte sui letti dei fiumi, abbandonati a sé stessi 

 

 

di  Pippo De Liso
_______________


L’alluvione che ha colpito la Sardegna pochi giorni fa, (a livello di perturbazione, ribattezzato ciclone Cleopatra) determinando la morte di quasi una ventina di persone e lo sfollamento di altre migliaia, ha reso tragicamente attuale il problema delle modifiche ambientali arbitrarie, inclusa la cementificazione selvaggia e la particolare morfologia dell’Italia, dove è facile incorrere in dissesti idrogeologici di ampie proporzioni.

Ultimo aggiornamento Giovedì 28 Novembre 2013 09:50
 
=CONTRO LE POVERTA', SOLIDARIETA' COME BENE COMUNE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 22 Novembre 2013 23:20

disoccupazione 

“la comunità deve risvegliare i propri anticorpi alla crisi, recuperando anche dal passato comportamenti e valori che uniscono nella solidarietà civica”

 

di   Giorgio Tarquini

__________________

Con l’aumento massiccio della disoccupazione la povertà si sta diffondendo nel nostro paese e nel Mezzogiorno tale fenomeno è ancor più presente e devastante. I dati *, su cui convergono sostanzialmente tutti gli enti di ricerca parlano chiaro: nel 2012 il tasso di disoccupazione fatto registrare nelle regioni meridionali è stato del 17,2%  (a fronte dell’8,0% nel Centro-Nord),  valore che però - al sud - tende  a salire fino al 28,4% (quasi al 12% nella ripartizione centro-settentrionale) se si considerano in tale aggregato anche i disoccupati impliciti, quelli cioè che il lavoro non lo cercano nemmeno più. In Puglia tali valori sono rispettivamente  del 15,7% per la disoccupazione ufficiale e del 26,3% per quella effettiva.

Ultimo aggiornamento Sabato 23 Novembre 2013 00:36
 
=MEDINA REYES, UNA FOTTUTISSIMA BELLA POESIA AFFINA LE TUE IDEE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 21 Novembre 2013 14:01

Efraim_Medina_Reyes A Modugno, domani sera, incontro con lo scrittore colombiano

 

di  Paolo Magrone

____________________

“Non si appartiene a ciò che si ha ma a ciò di cui si sente la mancanza”. Efraim Medina Reyes ti manca sempre quando hai letto le sue opere o hai avuto a che fare con i suoi pensieri. E quando lo conosci, cambia tutto e, a differenza di quello che scrive in “Quello che ancora non sai del Pesce Ghiaccio”, non dimentichi quello che lo rende indimenticabile. Ne siate convinti o non ci crediate venerdì 22 novembre, potete constatarlo di persona. Efraim è a Modugno, presenta nella masseria Carrara la sua “Fiesta vol. 9” e si racconta parlando del suo ultimo romanzo in un appuntamento organizzato nell’ambito di “Uscite di sicurezza”, il ciclo d’incontri organizzato dall’amministrazione comunale di Modugno tra la seconda settimana di novembre e la prima metà di dicembre.

Ultimo aggiornamento Giovedì 21 Novembre 2013 16:38
 
=SGUARDI SUL PAESE. UN ANTROPOLOGO A MODUGNO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 19 Novembre 2013 17:50

Franco-Cecla3Intervista a Franco La Cecla

 

di  Francesca Di Ciaula

___________________


In un pomeriggio domenicale di un novembre ancora tiepido, ho avuto la fortuna di incontrare qui a Modugno l'antropologo e architetto Franco La Cecla e ascoltare dalla sua stessa voce alcune delle sue suggestive e illuminanti riflessioni sull'abitare e gli spazi urbani. Un' occasione ghiotta mi si è presentata, quella di guardare questo luogo, il paese che abitiamo, con le lenti di un antropologo.

Franco La Cecla era nella chiesa del Purgatorio, il luogo in cui avrebbe dovuto poco più tardi iniziare la sua conferenza. Lì tra le spesse cornici dorate a racchiudere i rossi carminio e gli incarnati rosei dei dipinti nello straordinario contrasto con la povertà delle pareti imbiancate a calce, abbiamo avviato un'amabile conversazione. La chiesa, la sagrestia e poi il tavolino del bar nella piazza antistante, sono stati i luoghi che hanno fatto da sfondo al nostro conversare, al mio interrogare inesausto e alle sue osservazioni. La chiesa e il bar, il passato e il presente, riferimenti temporali e chiavi di lettura così difficilmente conciliabili in un discorso continuo che voglia cogliere tutta la complessità di un paese cresciuto rapidamente.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 20 Novembre 2013 14:50
 
=17 NOVEMBRE 1938, LE LEGGI RAZZIALI DEL FASCISMO. QUANTE INGIURIE IN UNA SOLA VOLTA = PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 17 Novembre 2013 23:28

CodiceBreveRazzismoFascistaIl 17 novembre del 1938, Vittorio Emanuele III, per grazia di Dio e per volontà della Nazione, Re d’Italia, Imperatore d’Etiopia, “ritenuta la necessità urgente ed assoluta di provvedere”, decreta - “su proposta del DUCE, Primo Ministro Segretario di Stato, Ministro per l’Interno, di concerto coi Ministri per gli affari esteri, per la grazia e giustizia, per le finanze e per le corporazioni” - un complesso, pignolo e accanito sistema di norme che porta la difesa della razza praticamente ovunque. E’ il Regio Decreto legge 17 novembre 1938 - XVII, n.1728, contenente Provvedimenti per la difesa della razza italiana. E’ il testo fondamentale della legislazione razziale del fascismo e per questo Sudcritica ha voluto ricordare oggi, nel 75/o anniversario della sua emanazione, l’ignominia delle leggi razziali con testi tratti dal Codice breve del razzismo fascista - La “questione razziale”. Stato totalitario e democrazia costituzionale, di Nicola Magrone (edizioni dall’Interno-Sudcritica, 2004), che raccoglie ed analizza tutti i documenti della legislazione razziale fascista. Scrive Magrone:


Le “leggi razziali” del fascismo hanno goduto di un “trattamento” particolarmente benevolo: quello che si dà a una cosa straordinariamente eccezionale, anomala, imprevedibile, imprevista, e nemmeno voluta. Detto questo, il caso sarebbe chiuso. E dunque, non conterebbe nulla tutto il resto, una mostruosità potendoci toccare in sorte sotto tutti i regimi e ad ogni latitudine; un mostro è un mostro. E nemmeno conterebbe nulla l’affanno di chi si ostinasse a collocare sentinelle armate di tutto punto ai confini dell’ “abitato costituzionale”: la mostruosità non viene da dentro ai confini, viene da fuori, non si sa da dove, non si sa perché; se viene, non si fa annunciare, un fulmine, un tuono, una calamità.

Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Novembre 2013 00:43
 
=I SENZA FISSA DIMORA, TRA UN VISTO NEGATO DI AMBASCIATA E LE BRACCIA DEGLI SCAFISTI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 17 Novembre 2013 11:03

pinguini

un approccio miope al tema dell’immigrazione genera un’incomprensione dei processi umani, sociali e storici in corso nello spazio euromediterraneo e una confusione indegna sulla complessità del fenomeno

  

di  Giuseppe De Liso

                                                                                                                          __________________________


Il 28 marzo del 1997, venerdì santo, a venticinque miglia da San Cataldo di Lecce, a metà strada tra Brindisi e Otranto, un’imbarcazione albanese, in collisione con la corvetta della Marina Militare italiana Sibilla, affondò e trascinò in mare decine e decine di profughi; il 3 ottobre 2013, al largo delle coste dell’isola di Lampedusa, sono state inghiottite dal mare nostrum (sarebbe più appropriato parlare di mare monstrum) altre quattrocento persone. Sono episodi che purtroppo si verificheranno ancora, di eguale e superiore entità, e non sempre avranno gli onori della cronaca. La domanda allora è: l’immigrazione è un problema o una risorsa?

Ultimo aggiornamento Domenica 17 Novembre 2013 20:59
 
=DEMOCRAZIA E LIBERTA', TRA MARZOCCA E NOI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 15 Novembre 2013 00:14

Marzocca21di Nicola Sacco

______________

Ottavio Marzocca, docente di filosofia etico-politica nonché esperto dell’opera di Foucault, è il protagonista del secondo incontro del ciclo Uscite di sicurezza, organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Modugno.

L’invito è a partecipare, a Modugno venerdì 15 novembre nel Palazzo della Cultura (ore 18.30), per discutere con lui di “democrazia liberale e democrazia civica”.

Ultimo aggiornamento Domenica 17 Novembre 2013 12:04
 
=IL DOPPIO VOLTO DEL RISPARMIO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 09 Novembre 2013 23:45

Risparmio4di Mino Magrone

___________________

Il risparmio è un aspetto molto delicato e importante di qualsiasi forma e natura di economia di un paese. Per questo ha certamente ragione Giuseppe De Tomaso che sulla Gazzetta del Mezzogiorno, in un editoriale del 5 novembre 2013, ne tesse l’elogio. Troppo ovvio però per essere accolto senza una profonda revisione.

E’ noto che il risparmio è la parte non consumata del reddito prodotto. Questa parte dovrebbe, nella sua interezza, tramutarsi in investimento. Ed è proprio in questa spesso mancata eguaglianza tra risparmio ed investimento che si annidano le insidie più nascoste per cui il risparmio, la parte eccedente rispetto all’investimento, quella cioè non investita, si corrompe e cambia di segno diventando negativa. Varia da fattore di crescita a fenomeno che spinge verso la crisi e la depressione.

Ultimo aggiornamento Domenica 10 Novembre 2013 22:57
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 22

Sudcritica Flash

==MARIO MARANGI, PER L'EXTRAVERGINE DI PUGLIA 'CREARE RETE' TRA I PRODUTTORI=Le ‪‎difficoltà‬ ma anche le grandi ‪opportunità‬ dei ‪‎produttori‬ ‪‎oleari‬ che puntano all'‪‎innovazione‬ e alla ‪‎qualità‬, in ‪Puglia‬ come a Modugno‬.
‪‎Investire‬ nell'‪olivicoltura‬ significa anche ‪valorizzare‬ il ‪territorio‬ e il tessuto‬ ‪sociale‬.
Ecco le ‪sfide‬ che affrontiamo noi ‪giovani‬ ‪‎imprenditori‬ ‎agricoli‬.
[v.in Sudcritica Modugno]

Sudcritica Flash

=IL COMUNE DI MODUGNO ABBATTE IL 'MURO'. LO ACQUISTO' COME OPERA D'ARTE, LO DISTRUGGE COME BAGNO FATISCENTE=
di Francesca Di Ciaula.Il 2 febbraio scorso, in piazza Romita Vescovo, un tempo adibita a mercato del pesce, sono iniziati i lavori di demolizione della parete adiacente ai bagni pubblici.
La motivazione è presto detta: sicurezza e salvaguardia della pubblica incolumità, fatiscenza delle strutture. Il tutto per una spesa di 35 000,00 €.
La parete ricoperta di marmo nero, fu costruita a ridosso della chiesa seicentesca delle Monacelle in pieno centro storico, per nascondere un bagno pubblico, alla vista di chi sostava nella piazzetta. Una visione dai contrasti indicibili. Un monolite scuro e dietro la parete chiara dell'antica chiesetta. L'antico e il nuovo, maldestro tentativo di dare dignità al piastrellato che ha invaso il paese, eppure opera pubblica. La modernità imposta per capriccio o arbitrio, il marmo contro la pietra povera antica. Oggi ulteriore denaro pubblico è stato impiegato per distruggere quel manufatto a nessuno mai piaciuto per la sua manifesta volgarità.

[v.leggi tutto in Sudcritica Modugno]

Sudcritica Flash

=ITALIA GIUSTA, IL COMUNE DI MODUGNO BLOCCHI LO 'SFRATTO' DELL’ISTITUTO DEL NASTRO AZZURRO=
di Tina Luciano.

Il movimento Italia Giusta secondo la Costituzione sollecita il Commissario prefettizio a Modugno perché blocchi lo ‘sfratto’ dell’Istituto Nastro Azzurro fino a quando sarà pronta la nuova sede ad esso destinata, in locali comunali che oggi ospitano i Servizi sociali.Il Museo e le Associazioni combattentistiche raccolte nell’Istituto custodiscono oggi le poche tracce esistenti di una memoria collettiva di Modugno, perse le quali va definitivamente in frantumi l’identità dell’intera città.
Un luogo della memoria va protetto e tutelato: insistere nel volerlo ‘sfrattare’ ha il sapore iconoclasta della provocazione, del voler far apparire come insensibile al bene pubblico una pubblica amministrazione che deve invece avere a cuore unicamente le esigenze sociali.

[v.anche in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=CONSUMO DI SUOLO E COMUNITA' SENZA IDENTITA'. INCONTRO CON GIUSEPPE MILANO=
Il 23 gennaio 2015. Sono intervenuti Pasquale De Santis e Nicola Magrone."Contro il mostruoso consumo di suolo in tutta Italia, serve una mobilitazione dei cittadini, una coscientizzazione che ci faccia capire che la cementificazione costante ha un forte impatto sociale, significa alienazione, perdita di coesione della comunità, significa che non esiste più un'identità delle nostre città. Sentiamo spesso dire che si vuole 'costruire il futuro': ma lo si dice a vuoto, mentre si perpetuano questi atteggiamenti di noncuranza e di malapolitica. Costruire il futuro significa cominciare a far le cose per bene ogni giorno nelle nostre città. Quel che è successo a Modugno lo sapete voi, non ho titolo per parlarne ma parlano i fatti. Basta col dire che edilizia e urbanistica vanno visti come motore dello sviluppo, se poi sappiamo che servono per creare solo lo sviluppo di pochi... basta!"

Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[v.anche in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=SOVRANITA' NAZIONALE
MONETARIA
E DEBITO PUBBLICO=

Serafino Pulcini/
Mino Magrone

Monete-antiche-riportate-alla-luce-in-uno-scavo-archeologico


_________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=PROTEZIONE CIVILE, INCONTRO CON GIUSEPPE DI CIAULA=
Il 9 gennaio 2015. Coordinamento, formazione, esercitazioni, sicurezza sono i cardini di una buona protezione civile.Fondamentale un piano dettagliato di intervento, con volontari professionali i quali - quando dovessero verificarsi emergenze - sanno che fare ma non usurpano i compiti dei professionisti. Partecipano il presidente di Italia Giusta secondo la Costituzione, Pasquale De Santis, e Francesca Di Ciaula, della segreteria del movimento.
Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[v.anche in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=PROTEZIONE CIVILE, INCONTRO CON WILLIAM FORMICOLA=
Il 12 dicembre 2014, su ''Stato di salute del territorio italiano e ruolo della protezione civile''.Al centro dell'intervento, le azioni che gli amministratori devono compiere per prevenire, e per intervenire nel verificarsi di emergenze; gli effetti della mano dell'uomo sull'aggravamento dei rischi, i pericoli legati al consumo del territorio e al costruire senza regole. E' intervenuto il presidente di Italia Giusta, Pasquale De Santis.
Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[in Sudcritica Modugno]

=POLITICA E CONSENSO=

=LA POLITICA
DELLE LOCUSTE=

locuste-madagascar


se si vuole tentare
un recupero
delle regole
che tutelino tutti,

bisognerà scontentare
i gruppetti di interesse
che si concentrano come locuste
intorno al patrimonio pubblico

di  Tina Luciano
__________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=CULTURA, SCUOLA E
TERRITORIO E LA 'NUOVA'
FIERA DEL CROCIFISSO
A MODUGNO=

seminario IG di ciaula longo lobaccaro

Per i Seminari di Italia Giusta
secondo la Costituzione,
incontro - il 21 novembre 2014 -
col musicista dei Radiodervish
Michele Lobaccaro
e con Francesca Di Ciaula
e Valentina Longo.
Su politiche culturali a
Modugno, sul successo
della 'nuova' Fiera
del
Crocifisso inaugurata
con l'amministrazione
Magrone
e sull'importanza
delle relazioni
tra scuola e territorio.

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=ECONOMIA E UE.
CI VORREBBE KEYNES
MA E' TROPPO
DI SINISTRA=

keynes-main-photo


Ilquadro
macroeconomico

dell’Europa
dovrebbe suggerire
la ripresa di politiche economiche
poggiate sulle argomentazioni
della cosiddetta sintesi postkeynesiana.
Invece, ciò è ancora molto lontano
dall’essere preso in considerazione
dalle istituzioni europee

di  Mino Magrone

____________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=LE SCELTE FISCALI DELLA GIUNTA MAGRONE PER PROTEGGERE I CETI MENO ABBIENTI=
Incontro con Dino Banchino.

Per i seminari di Italia Giusta secondo la Costituzione, incontro con l'assessore al Bilancio dell'amministrazione comunale di Modugno guidata da Nicola Magrone.Banchino ha parlato delle scelte fiscali fatte dalla giunta, tutte improntate all'art.53 della Costituzione italiana, per il quale il sistema tributario nel nostro Paese "è informato a criteri di progressività”.
Per questo, per il 2014 a Modugno non si è pagata la TASI, preferendo scaricare il peso maggiore della contribuzione dei cittadini sull'Irpef. Sono intervenuti Pasquale De Santis, presidente di Italia Giusta secondo la Costituzione, e Nicola Magrone.

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=MODUGNO, LA GIUNTA MAGRONE E L'AIUTO AI PIU' DEBOLI=
Incontro con Rosa Scardigno

Per i seminari di Italia Giusta secondo la Costituzione, incontro con l'assessore ai servizi sociali dell'amministrazione comunale di Modugno guidata da Nicola Magrone.Al centro dell'intervento dell'assessore, gli sforzi per ricostituire servizi disastrati (Ufficio di Piano, in primis), le necessità cui assolvere senza arbitrio, la descrizione di un lavoro interrotto a poco più di un anno dall'insediamento, quando avrebbe potuto dare aiuti più congrui.

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=MODUGNO.
CON ITALIA GIUSTA
PER ROMPERE
L'AGGLOMERATO
DI POTERE=

logo italia giusta internet


Da queste parti
smuovere la stagnazione
di poteri è stato
un azzardo
ed una scelta
 coraggiosa.
E tuttavia la dimostrazione
che un movimento possa spezzare

un meccanismo consolidato
c'è stata.
[...] Che si possano tentare
scelte politiche limpide e nette,
l'esperienza amministrativa
modugnese ce lo insegna

di  Francesca Di Ciaula
____________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=MODUGNO, LA NUOVA FIERA DEL CROCIFISSO=
Incontro con Tina Luciano -
"Queste sono le ragioni e le modalità della nuova configurazione della Fiera del Crocifisso......da un lato riannodare i fili con il centro della città, dall’altro garantire la sicurezza in un sito che, oltre ad essere isolato non garantiva nemmeno l’incolumità dei visitatori".

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=I LUOGHI=

=BORGO TACCONE.
STORIA PICCOLA
DEL SUD=

taccone7


Borgo Taccone
è questo luogo
dell'assenza,
una storia mancata
di insediamenti rurali.
Eppure non riesci
ad individuare la parola fine
a questa storia.
Il borgo intero sembra piuttosto
un racconto interrotto.

di  Francesca Di Ciaula
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=IL MATTONE DI CALVINO.
60 ANNI DOPO=

Credits-LaPresse h partb


“Un sovrapporsi
geometrico di parallelepipedi
e poliedri, spigoli e lati di case,
di qua e di là, tetti, finestre,
muri ciechi per servitù contigue
con solo i finestrini smerigliati
dei gabinetti uno sopra l’altro”.

di  Nicola Sacco
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=CRISI. PER SALVARE
L'EUROPA BASTEREBBE
SVEGLIARE IL GIGANTE=

images


Una modesta
frazione

di questo gigante finanziario
narcotizzato e costretto
a stare improduttivo può,
purché l’Europa e la Germania
lo vogliano, finanziare opere
e interventi comuni di sviluppo
e crescita dell’occupazione
di lavoratori in Italia ed in Europa

di  Mino Magrone
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=MODUGNO.
LA DIGNITA' POSSIBILE=

francesca4


Questo, il sindaco
di Modugno,
Nicola Magrone,
ha insegnato nel primo anno
di amministrazione a chi
ha voluto comprendere:
a essere chiari,
a pronunciare il nome delle cose
senza timore, pubblicamente,
non in cenacoli all’ombra
di qualche interesse
che non fosse quello
di tutti i cittadini.

di  Francesca Di Ciaula

____________________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=TAMARO, IL GRANDE NEMICO
E' IL NIENTE. O LO E'
PIUTTOSTO IL NICHILISMO?=

rotoletti010


L'angoscia e il disagio
non sono soltanto
sentimenti dei giovani,
sono invece
di noi tutti
in quanto mortali
destinati a finire,
al niente

di  Mino Magrone

_______________

[Leggi tutto]

Sudcritica Modugno

=GUASTO A PASSAGGIO A LIVELLO MODUGNO. IL SINDACO, SITUAZIONE ASSURDA CHE SI RIPETE= 5 aprile 2014 - Dice Nicola Magrone: "Prendero' le opportune iniziative per l'attuazione puntuale di intese precise sui compiti i di Fal e Rete Ferroviaria Italiana. Quello che serve e' scongiurare ulteriori situazioni di grave pericolo".[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=“La grande bellezza”?=

la grande bellezza


Finché continua
l’umana avventura
in questa valle,
ci sarà scienza, arte,
religione
e l’apocalisse del pensiero
lasciamola ai meno dotati.
Non ci riguarda.

di  Pippo De Liso

_______________

[Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=JOBS ACT, LAVORO

SENZA DIRITTI

E SENZA DIFESE=

CGIL crisi

 
l’Europa solidifica
interessi preminenti
anche sottraendo
ai Paesi
a sovranità nazionale
le tradizioni politiche
e i documenti storici d’identità.
L’Italia è in prima fila con la cessione
della Costituzione e la fiammata
di follia collettiva del cambiamento
a tutti i costi, soprattutto in peggio

di  Pippo De Liso

_______________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=Per far ripartire l'Italia

non serve stravolgere

la Costituzione=

costituzione

Proposta, da parte di un attivista

di Italia Giusta, di una piccola

guida pratica, aperta a suggerimenti,

per orientarsi tra i temi

di stretta attualità politica

di  Nicola Sacco

_______________

[ Leggi tutto]

Sudcritica Modugno

=RACCOLTA DIFFERENZIATA A MODUGNO, SUDCRITICA INTERVISTA L'ASSESSORE = 17 marzo 2014 - Puoi seguire l'intervista anche alla pagina di Sudcritica Modugno.Tra breve, finalmente, anche a Modugno (e per l'intero Aro del quale Modugno è capofila) ci sarà un bando di gara per una vera raccolta differenziata. Con l'aiuto e la collaborazione di tutti i cittadini dovrà portare al traguardo 'rifiuti zero'. L'assessore comunale Tina Luciano spiega a Sudcritica come accadrà.

Riprese e post produzione di Alberto Covella

Per discutere con il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, questi gli indirizzi:
sede: via X marzo 88 - 70026 MODUGNO
posta elettronica: [email protected]
[email protected]
rivista: www.sudcritica.it

=DISCUSSIONI=

Larroganza

della Rai

In nessun altro

Paese europeo

si assiste al pagamento

di un canone obbligatorio

a fronte di una pubblicità

invadente e accentratrice

di  Pippo De Liso

_______________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

Il documento

alternativo

"Il sindacato

è un'altra cosa"

per il XVII Congresso

della Cgil

 

di  Pippo De Liso

__________________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

Una sinistra

nata piccolo-borghese

 

di  Franco Schettini

__________________

a mio avviso il nostro “marxismo” altro non è stato che riformismo piccolo borghese, nemmeno socialdemocratico

Il 15 giugno del 1975 Pasolini scriveva, dopo le effimere vittorie delle sinistre, che “l’Italia è nel suo insieme ormai un Paese spoliticizzato, un corpo morto i cui riflessi non sono che meccanici. L’Italia cioè non sta vivendo altro che un processo di adattamento alla propria degradazione”.

[ Leggi tutto]

Contro la violenza sulle donne

MAGRONE, PALMINA E LE SUE PAROLE HANNO CAMBIATO LA MIA VITA
Casacalenda, 16 novembre 2013 - intervista di Maurizio Cavaliere. Magrone ricorda il giorno in cui palmina martinelli gli parlò in punto di morte, rivelandogli i nomi dei suoi aguzzini. La 14enne di fasano morì data alle fiamme nel novembre 1981, si era rifiutata di prostituirsi.

=LA VIOLENZA ESIBITA=

di Francesca Di Ciaula

____________________

violenza2 [ Leggi tutto]  

DON TONINO BELLO - LA COSCIENZA E IL POTERE

IL POTERE, LA LEGGE, LA COSCIENZA
Don Tonino Bello ricordato dal sindaco di Modugno, Nicola Magrone, a Mola di Bari, il 16 ottobre 2013, con l'assessore regionale Guglielmo Minervini e don Gianni De Robertis.La speranza nel patto tra deboli, se non per rovesciare il potere almeno per attenuarne l'abuso. Tornare alle origini di don Tonino Bello è tornare alle origini del nostro popolo, cioè la Costituzione. Secondo il sindaco di Modugno, oggi la costituzione non deve essere modificata.

cronache dall'interno

=IL SINDACO DI MODUGNO NICOLA MAGRONE E LA SUA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI=
26 settembre 2013 - Filmato integrale dell'incontroPer la prima volta nella vita amministrativa di Modugno, l’amministrazione parla con i cittadini in un incontro pubblico.

Riprese e post produzione di Alberto Covella

Per discutere con il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, questi gli indirizzi:
sede: via X marzo 88 - 70026 MODUGNO
posta elettronica: [email protected]
[email protected]
rivista: www.sudcritica.it

Newsletter

Grazie per esserti iscritto alla newsletter di Sudcritica. Stay tuned :)
Banner

Contattaci

Da (email)
Oggetto
Inserire questo testoshkoqwyf
 No SPAM
   
 

Chi è online

 79 visitatori online