Home
Sudcritica
=SE SI RASSEGNA ANCHE IL SINDACATO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 09 Novembre 2013 15:00

vignetta-economiaZona Industriale di Bari-Modugno

la resa dei conti

di  Giuseppe De Liso

_____________________


La Zona Industriale di Bari-Modugno è allo sbando. Qualsiasi pretesto è buono perché le grandi multinazionali sgomberino il campo e vadano via. Con tanti saluti, non già alle poche infrastrutture offerte dal territorio, nel corso della loro permanenza, ma alle molteplici sovvenzioni istituzionali percepite a vario titolo. In passato, grazie a rocambolesche trattative (leggi Getrag) condotte dal sindacato, alcune aziende hanno deciso di rimanere. Oggi, con la crisi internazionale che morde nei punti più critici, e, soprattutto, con l’inerzia di un sindacato che sembra aver abdicato al suo ruolo e cercare nuove strade di autoconservazione, non è più così. Le aziende vanno via schizofrenicamente, senza nemmeno preoccuparsi di fornire giustificazioni o di sedersi al tavolo delle concertazioni.

Ultimo aggiornamento Sabato 09 Novembre 2013 15:37
 
=A MODUGNO FRANCO LA CECLA, ANTROPOLOGO E ARCHITETTO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 07 Novembre 2013 22:57

Franco-Cecla3

di  Francesca Di Ciaula

___________________________


Gli spazi dell'abitare urbano riconsiderati alla luce di quel senso di appartenenza che spesso rincorriamo, che tante volte invece avvertiamo esserci già sfuggito via. Pensare gli spazi urbani in relazione a chi quotidianamente li attraversa e li vive. Pensarli come luogo per sostare e coltivare sguardi e punti di vista altri.

 

 

 

L'incontro con Franco La Cecla (domenica 10 novembre, ore 18.30, Chiesa del Purgatorio) inaugura a Modugno un ciclo di appuntamenti che si susseguiranno lungo il filo rosso della lettura dell'esperienza dell'abitare, dei tentativi di superare i limiti del nostro tempo e le forme della socialità, le più riconosciute e apprese, attraverso la ricerca di spazi liberi di pensiero, ricerca di esperienza carica di senso (v.USCITE DI SICUREZZA. INCONTRI A MODUGNO PRIMA DI NATALE)

.

Ultimo aggiornamento Giovedì 07 Novembre 2013 23:31
 
=ECONOMIA/FINANZA 1.= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 02 Novembre 2013 15:26

euro-indexL'euro forte ci fa più deboli


di  Mino Magrone

____________________

 

Si dice ripetutamente che l’economia italiana dà segni di ripresa. Invero, e a detta degli stessi scopritori di tali segni misteriosi, essi sono così evanescenti da scomparire nel nulla.

Piuttosto sembra opportuno soffermare l’attenzione su alcuni fatti che certamente non mancheranno di appesantire ulteriormente la condizione economica e sociale del nostro paese. 

 

Vediamo come, sul mercato dei cambi, si sta comportando l’Euro. Oggi è vicinissimo alla quota di 1,40 con il Dollaro. E’ una quota molto alta nonostante il fatto che il Pil della eurozona è in calo e nel 2013 per l’Italia si preveda che scenda del 2%.

L’Euro molto forte scoraggia le esportazioni verso i mercati extraeuropei. E’ noto che oggi l’economia italiana non può fare affidamento sulla domanda interna. Deve, e lo sta facendo con successo, guardare al mercato americano ed ai mercati ricchi di prospettive dei così detti paesi emergenti. Tra i quali ultimi sono da comprendere non soltanto i cosiddetti “Bries” (Brasile – Russia – India – Cina e Sudafrica) ma anche i paesi magrebini, dell’Africa subsahariana e del sud-est asiatico.

Ultimo aggiornamento Sabato 02 Novembre 2013 23:23
 
= ECONOMIA/FINANZA 2. = PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 03 Novembre 2013 00:25

legge-stabilit-effetti-negativi-consumi-elettronica-potere-acquistoI compositori lirici del Governo e il Bilancio dello Stato

Una relazione impossibile


di Nicola Sacco

____________________

Dopo aver analizzato qui (La lingua morta del potere. Massacrati ma con un 'progetto condiviso') il fenomeno ormai ‘storico’ delle stime governative (su grandezze macroeconomiche e andamento dell’economia in generale) metodicamente ottimistiche, seguite, nel giro di pochi mesi, da immancabili correzioni rivenienti dai meno compiacenti dati di realtà, ci si deve ora chiedere se non sia il caso di smettere, una volta per tutte, di credere a quelle previsioni, nella consapevolezza che questa diffidenza finisca, deve finire, per investire in pieno l’ultima finanziaria o prima Legge di Stabilità. Una legge presentata, nella conferenza stampa del Presidente del Consiglio, ancora una volta  come positiva, funzionale al rilancio dell’economia e alla crescita del paese; e tuttavia, vaga in molte delle sue linee di intervento, parolaia nei risultati a cui punta, nebulosa nel definire la reperibilità di risorse necessarie alla riduzione del debito, oltre che poco coraggiosa (l’obiezione più ricorrente è “si doveva fare di più”) e sostanzialmente ignava.

Ultimo aggiornamento Domenica 03 Novembre 2013 13:43
 
= ECONOMIA/FINANZA 3. = PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 03 Novembre 2013 09:02

economia2Processo alla finanza


di  Giorgio Tarquini

______________________

 

Non appartiene alla nostra tradizione culturale la saggistica di divulgazione, per cui imbattersi in qualche rara eccezione alla regola consolidata, che vuole appunto il saggio, ostico, incomprensibile ai non addetti ai lavori, è degno di attenzione. Processo alla Finanza, presentato alcuni giorni or sono alla Laterza di Bari, che lo ha anche editato, scritto dal direttore generale della Banca d’Italia, Salvatore Rossi, appartiene a tale categoria  di libri, che si fanno leggere e servono  a capire. L’argomento, peraltro, non è dei più agevoli, anche se da alcuni anni, volenti o nolenti siamo stati costretti a familiarizzare con i termini, gli strumenti e i concetti del mondo della finanza o legati ad essa, anche per le ricadute talvolta pesanti, sulla nostra vita quotidiana. Il ‘processo’ del titolo parte dal presupposto che “la gente ce l’ha con i banchieri, con le banche, con la finanza”, è quindi opportuno – per fare chiarezza - istruire un dibattimento “articolato e meditato”, perché l’imputato ‘finanza’, pur svolgendo una funzione fondamentale nella società (far funzionare il circuito risparmio-credito-investimento in un’economia monetaria di mercato), spesso commette autentiche nefandezze.Come non ricordare, al riguardo, che  l’innesco  della  crisi del 2007 ( i mutui subprime), scoppiata negli Usa e rapidamente propagatasi in tutto il mondo,  nella quale siamo ancora intrappolati, lo si deve proprio alla finanza.

Ultimo aggiornamento Domenica 03 Novembre 2013 13:49
 
MAGRONE, CON L'INDENNITA’ DI SINDACO BORSE DI STUDIO A STUDENTI DI MODUGNO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 01 Novembre 2013 00:56

nicola

UNA DICHIARAZIONE DEL SINDACO DI MODUGNO, NICOLA MAGRONE



"Informo quanti siano interessati all’argomento, e i pochi cittadini che si sono posti qualche domanda a volte insinuante qualche dubbio, che ho delegato la Fondazione onlus Popoli & Costituzioni, della quale sono Presidente onorario, di nominare un comitato per organizzare una borsa di studio a studenti bisognosi e meritevoli di Modugno. La somma da distribuire, per il secondo semestre di questo anno, si aggira sui 7.000 euro (detratti, dall’indennità ricevuta, ritenute ed oneri fiscali), come da libretto di deposito presso il Banco di Napoli di Modugno 00366/0412/8553 con l’esplicita destinazione a “borse di studio”. Il comitato chiederà ai dirigenti di ciascuna scuola di Modugno la loro qualificata collaborazione nell’indicazione degli studenti meritevoli non disponendo, il comitato costituito, del tempo necessario e degli strumenti per selezionare direttamente i ragazzi.


La scelta di questo metodo è dovuta alle difficoltà finora incontrata con i competenti uffici comunali nel formalizzare la rinuncia alla indennità con esplicita destinazione della somma da parte mia. Per l’anno venturo, si spera, si troverà una soluzione più adeguata che comporterebbe la possibilità di incrementare il fondo per gli studenti evitando la falcidia fiscale.
Le borse di studio per questo anno 2013 (sei mesi di indennità nette) verranno consegnate nel corso di una semplice e amichevole assemblea cittadina il giorno 3 gennaio 2014.
Questa esperienza, intanto, conferma che nel nostro Paese è molto più facile e fruttuoso chiedere e avere che rinunciare e dare".


Ultimo aggiornamento Venerdì 01 Novembre 2013 21:47
 
=USCITE DI SICUREZZA. INCONTRI A MODUGNO PRIMA DI NATALE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 30 Ottobre 2013 22:01

Uscite di sicurezza

________________

 

Col titolo Uscite di sicurezza si svolgerà a Modugno, tra la seconda settimana di novembre e la prima metà di dicembre, un ciclo di incontri: alcuni tra i più sensibili analisti del nostro tempo, basandosi sul rispettivo lavoro di scavo genealogico, faranno luce su diverse attuali bolle ideologiche, mostrandone forza di chiusura e, però, anche stimolanti possibilità d'uscita.

Ultimo aggiornamento Giovedì 31 Ottobre 2013 22:55
 
=RENATA FONTE, MODUGNO PARLA DI MAFIA EDILIZIA= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 29 Ottobre 2013 19:05

renatafonte_incontro2

Non è la mafia degli omicidi che occorre ricercare, ma è alla mafiosità serpeggiante nella quotidianità che occorre essere attenti, quando si scambia un privilegio con un diritto, nel gesto di girarsi dall'altra parte e pensare che tanto c'è qualcuno che ci penserà”.  Ne ha parlato a Modugno Sabrina Matrangola,figlia di Renata Fonte, assassinata a Nardò nel 1984, per la sua strenua difesa di Porto Selvaggio contro lottizzazioni e scempio paesaggistico

 

 

di  Francesca Di Ciaula

_________________________

La storia di Renata Fonte e del suo assassinio raccontato ai ragazzi in una scuola. Il ricordo di lei e del suo impegno civile e politico è ancora denuncia della presenza di una mafia invisibile e strisciante nel consorzio sociale.

 
=LA COSTITUZIONE E' DI SINISTRA?= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 27 Ottobre 2013 21:07

domande_da_sinistraDiscussione sulla Costituzione

Domande alla sinistra.

Da sinistra

 

 

 

di Nicola Loiacono

________________

 

Lavoro, equità, uguaglianza: queste sono, secondo un sondaggio di Repubblica.it, le parole della sinistra più votate dai lettori. Seguono redistribuzione, libertà, dignità, moralità, solidarietà, diritto, etc…

Intervistato sui risultati di questo sondaggio, Ilvo Diamanti aggiunge che “sette italiani su dieci dichiarano senza difficoltà di essere di destra o di sinistra, ma poi non sanno riempire di contenuti queste due definizioni”.

Certo, descrivere un ideale politico usando solo slogan è riduttivo: bisognerebbe metterci dentro il proprio vissuto, l’educazione, la cultura, infine la propria sensibilità.

Tuttavia da quel sondaggio si ricavano utili spunti di riflessione.

Ultimo aggiornamento Domenica 27 Ottobre 2013 21:33
 
=RACCOLTA DIFFERENZIATA E QUALITA' DELLA VITA= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 26 Ottobre 2013 22:06

di Giuseppe De Liso

__________________

IMG-20120921-00011

La raccolta differenziata è una risorsa enorme, può dare lavoro a migliaia e migliaia di persone, offrendo loro, peraltro, specializzazioni di alto livello. E’ una risorsa perché ripristina altre risorse e ottimizza le risorse del domani

 

L’ecologia non è o non è soltanto un comportamento civico che si può espletare adottando un buon criterio per la raccolta differenziata o mettendo in atto tutte le cautele quando si attraversano luoghi all’aperto; l’ecologia è anche e soprattutto l’estrinsecazione, lo specchio dell’educazione che ci è stata impartita fin da giovani; l’ecologia deve essere un modo di vivere, di pensare, di rapportarsi con la propria naturalità. Il concetto che ci siamo premurati di esprimere poc’anzi non ha l’obiettivo di investire direttamente il lettore o il cittadino, o entrambe le persone, e di sensibilizzarlo subito e a tal punto da catapultarlo in un modo radicalmente diverso di agire; né vuole essere il tassello di un sermone a basso costo, buono per tutte le stagioni. Esso vuole essere invece, nelle intenzioni di chi scrive, una indicazione estremamente sintetica del fatto che l’agire di tutti comporta, sempre, conseguenze a valanga sia sul piano sociale sia sul piano naturale (ancora vigente, checché ne dicano i mass media). Va da sé che se l’agire è buono, è cioè improntato alla migliore correttezza possibile, le conseguenze saranno positive (e non vi sono altri premi, né morali, né finanziari); e viceversa. L’atteggiamento qualunquista e superficiale di chi dice, “tanto, quello che faccio sta già pagato”, oppure, “come fanno gli altri mi regolo anch’io” non porta a nulla, e ricade pesantemente sulla comunità.

Ultimo aggiornamento Sabato 26 Ottobre 2013 22:57
 
=I LUOGHI E L'ANIMA= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 23 Ottobre 2013 18:38

olfatto

Modugno è una città che sopporta diversi miasmi industriali.

Rendere irriconoscibili gli odori di un luogo significa cancellare la mappe mentali di una comunità, questo distrugge l'identità della comunità stessa.

 

 

 

di Gianfranco Pagnelli

___________________

In geografia si usa l’espressione paesaggio olfattivo per descrivere quelle componenti sensibili del paesaggio che caratterizzano i luoghi e, talvolta, li connotano ancor più dell’aspetto visivo. Gli autori li usano per la loro forza evocativa, che aggiunge significato alla narrazione.

Come non citare “La Recherche”, la monumentale opera di Marcel Proust (1871-1922), oppure “L’odore dell’India” scritto da Pier Paolo Pasolini che è il  resoconto di un viaggio: opere dove gli odori e i sapori sono gli elementi della memoria che durano meglio nel tempo, i pilastri ai quali attaccarsi per ricordare.

Anche Modugno ha i suoi odori, ma da tempo per le vie spira, sottovento, un odore fetido tanto forte che si ha paura che possa spruzzare gli abiti.

In verità, Modugno è una città che sopporta diversi miasmi industriali.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Ottobre 2013 20:23
 
=LA VITA NEGATA. LEA GAROFALO E LA SUA SOLITUDINE CONTRO LA 'NDRANGHETA= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 22 Ottobre 2012 19:11

    

A Milano in piazza Beccaria, ricordare Lea Garofalo
è servito a rafforzare la coscienza civile
e la consapevolezza che la sconfitta del crimine organizzato
passa dalla tutela dei diritti di libertà e di vita
di quei cittadini che osano contrapporsi
a storie di soprusi e illeciti.
A Modugno, Italia Giusta ricordò l'8 marzo 2013
con Nicola Magrone e Paolo De Chiara
il suo 'coraggio di dire no'

 

di  Francesca Di Ciaula

___________________


Milano, 19 ottobre 2013. Piazza Beccaria e i funerali civili di Lea Garofalo assassinata brutalmente per mano di uomini affiliati alla 'ndrangheta e tra questi il padre della stessa sua figlia Denise. Lea Garofalo testimone di giustizia così poco tutelata dallo Stato, un progetto di vita portato avanti in solitudine e caparbietà, disperata volontà di preservare la propria bambina da un destino obbligato, ripetuto rifiuto di rientrare nell'alveo della famiglia affiliata alla 'ndrangheta.

Le parole del presidente di Libera, don Luigi Ciotti sono state come sempre forti e limpide: “Le mafie e l'illegalità sifunerali-lea-garofalo3 nutrono di omissioni e coscienze tiepide”. A Lea Garofalo la città di Milano, nella persona del proprio rappresentante istituzionale, il sindaco Pisapia, ha reso un riconoscimento che si attendeva da tempo. Milano, cuore della ricca Lombardia, di quel Nord approdo di criminalità organizzate, terra di occasioni e enormi investimenti delle mafie, luogo di grandi affari e contese di denaro anche pubblico. Ancora una volta Lea Garofalo con la sua vita e la sua orribile morte era a denunciare l'illegalità nascosta e sotterranea, che similmente in altri paesi e città piega le vite di individui, forgia consuetudini e forme di vita e pensiero, permette una pratica alla sopraffazione e all'abuso che è in definitiva disconoscimento della vita umana.

Ultimo aggiornamento Martedì 22 Ottobre 2013 17:19
 
=DOMANDE DI RETROGUARDIA: DI CHE PARTITO E' LA COSTITUZIONE?= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 20 Ottobre 2013 10:26
cuori-150x150foglie-di-pero-150x150noci-gialli-150x150verde-e-rosso-150x150

foto di Andrea Pagliantini

 

La Costituzione temuta

 

di Giuseppe De Liso

_________________


La governance di Nicola Magrone nel Comune di Modugno è cominciata una manciata di mesi fa, dopo la vittoria alle elezioni del 26 e 27 maggio scorsi. Ordunque, mentre alcuni si ritrovano più carichi di aspettative dei bambini e sperano mirabilia, altri fanno i pesci in barile e agiscono solo per minimizzare, spargere notizie menzognere, bloccare, negare. A volte, invece, le critiche più aspre vengono proprio dai settori culturali o pseudo tali che congetturano, avanzano ipotesi, instillano dubbi e negano alla fine l’evidenza di un fenomeno naturale, cioè che a Modugno, e fortunatamente, la stagione della corruzione legalizzata, del furto reiterato, degli accordi intra moenia è definitivamente tramontata.

Si è detto, addirittura, o si è alluso, che è anche peggio (v., per esempio e per restare nella periferia culturale del paese,  Raffaele Macina, sul numero di ottobre della sua rivista,“Nuovi Orientamenti”) che la coalizione guidata da Magrone, non avendo un colore politico ben definito, conserva un’ambiguità di fondo e/o  ha molto in comune con la prassi attuale di liberarsi di ogni orientamento ideologico per curarsi solo degli affari privati (il partito unico degli affaristi incalliti)! Niente di più falso, ovviamente.

Ultimo aggiornamento Domenica 20 Ottobre 2013 17:00
 
=AGRICOLTURA DEL NUOVO SECOLO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 18 Ottobre 2013 13:00

crispo

 

“L’approvazione della Riforma Pac 2015-2020 ha catapultato il mondo agricolo europeo verso una sfida al cambiamento con minor sostegno pubblico e l’obbligo di migliorare la competitività globale delle aziende agricole, operazione possibile solo con imprenditori agricoli di elevata professionalità che, grazie all’assistenza di organizzazioni di mercato, siano capaci di concentrare l’offerta, valorizzare l’origine e contrastare fenomeni speculativi ”

 

 

di  Giovanna Longo Crispo

_______________________

E’ormai ben noto che è in atto un ritorno diffuso all’agricoltura, tra l’altro certificato dal Rapporto annuale del Ministero del Lavoro che, in un contesto di crollo del numero di addetti nel settore dell’industria e delle costruzioni ed arretramento in quello dei servizi, nel 2012 ha verificato in Italia un aumento del +2,4% dei rapporti di lavoro attivati in agricoltura che, aggiungendosi a quelli registrati nel 2011, portano a 1,4 milioni il numero di unità lavorative impiegate. Questo esercito di sentinelle del territorio risulta concentrato per i circa 2/3 nel Mezzogiorno confermando che l’agricoltura rappresenta una sorta di ammortizzatore, in grado di assorbire anche l’occupazione immigrata.

Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Ottobre 2013 13:54
 
=IL POTERE, LA LEGGE, LA COSCIENZA= PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 51
ScarsoOttimo 
Scritto da Redazione   
Giovedì 17 Ottobre 2013 09:19

DON_TONINO_NICOLA

Don Tonino Bello ricordato dal sindaco di Modugno,  Nicola Magrone, a Mola, con Guglielmo Minervini e don Gianni De Robertis.

"E' possibile attraversare lo spazio del potere restando se stessi." Un modo per ricordare anche la testimonianza di Ignazio Silone. Un'occasione per raccontare la solitudine, anzi la clandestinità,  all'interno della struttura nella quale si è riposta la propria fiducia. La speranza nel patto tra deboli, se non per rovesciare il potere almeno per attenuarne l'abuso. 

Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Ottobre 2013 11:49
 
=STRAGI DI MIGRANTI E IPOCRISIE DI STATO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 16 Ottobre 2013 12:13

migranti_1Di fronte alle tragedie, le parole di commiserazione si sprecano. Ma la questione del diritto d'asilo in Italia è antica. A Bari, nel 1990, Nicola Magrone fu il primo magistrato in Italia a porre il problema, contro la “legge Martelli” che imponeva i respingimenti in mare

 

di   Francesca Di Ciaula

____________________

La storia degli sbarchi di coloro che continuano a fuggire da paesi africani e asiatici è storia che ormai ci appartiene. Lampedusa e le coste della Sicilia sono i luoghi di approdo dei viaggi della speranza di centinaia di profughi. Piccoli scafi e gommoni - notizie recentissime - sono stati avvistati e per fortuna soccorsi anche in acque libiche. Una tragedia infinita, tanto più orribile quando ha come protagonisti bambini e donne incinte. L'ultima ennesima straziante morte del naufragio del 3 ottobre davanti alla costa della baia dei Conigli di Lampedusa, è stata quella scoperta dai sommozzatori nella stiva del barcone: il corpo di una giovane donna col suo piccolo ancora legato al cordone ombelicale. La madre che moriva e il bambino che nasceva in un mare nero. E poi corpi abbracciati, corpi a braccia aperte. Storia di vita e di morte, di speranza e di negazione della vita.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Ottobre 2013 16:20
 
=LA LINGUA MORTA DEL POTERE. MASSACRATI MA CON UN 'PROGETTO CONDIVISO' PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 14 Ottobre 2013 17:04

SACCOdi  Diego e Nicola Sacco

____________________


La luce in fondo al tunnel”, “Serve un grande progetto condiviso”, “Uno sforzo da parte di tutti”, “Basta coi giochi al massacro”, “La stabilità (o patto di, o legge di )”, “Rassicurare i mercati”, “Lo spread”, “Mettere il territorio in sicurezza”, “Democrazia partecipata”.

Florilegio ricavato da kit e tic linguistici dell’archetipo politico parlante interscambiabile tra centrodestra, centrosinistra, presidenza della repubblica, presidenza del consiglio e ministeri vari. Basta imbastire un discorso provando, e variando ogni volta, tutte le possibili combinazioni delle espressioni sopra riportate, e si è di colpo, altra caduta in luogo comune, alti rappresentanti della Responsabilità, la quale, oltre che politica, non può che essere, va da sé, di governo. Nasce così il discorso di buonsenso prêt-à-porter: lo si può sfoderare ovunque, da Barbara D’Urso a Servizio Pubblico, e una figura di decorosa insipienza è sempre, bene o male, garantita.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Ottobre 2013 16:24
 
=CON DON TONINO BELLO IL 16 OTTOBRE A MOLA= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 12 Ottobre 2013 11:30

La_coscienza_e_il_potere_PICCOLALa Libreria Culture Club Cafè

presenta


“LA COSCIENZA E IL POTERE”

A MOLA DI BARI

CONVERSAZIONE SU DON TONINO BELLO

Mercoledì 16 ottobre 2013, ore 20.00

Castello Angioino

Quali sono le implicazioni tra la coscienza e il potere? Tra il rigore e l’autorità? Coscienza e potere possono camminare di pari passo?

Sono domande alle quali si cercherà di dare risposta mercoledì 16 ottobre a Mola di Bari, nel corso della presentazione del libro edito da La Meridiana nel ventennale della morte di don Tonino Bello, già vescovo di Molfetta e presidente nazionale di Pax Christi, profeta dei nostri tempi.

Si intitola “La coscienza e il potere. Conversazione con Nicola Magrone, Guglielmo Minervini e Clara Zagaria” ed è un dialogo pubblicato per la prima volta sulla rivista “Sudcritica” nel 1994. "Per anni abbiamo accarezzato l' idea di pubblicarla - sostengono gli editori - esserci riusciti ora ci sembra un segno oltre che una necessità".

Una conversazione che fornisce diverse risposte ai bisogni dei tempi nostri, tempi di cambiamento, tempi in cui bisogna recuperare la speranza.

Ultimo aggiornamento Sabato 12 Ottobre 2013 22:59
 
=ATTACCO ALLA COSTITUZIONE, VIA WEB VERSO IL PRESIDENZIALISMO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 11 Ottobre 2013 19:27

costituzione

  Un escamotage per rendere credibile la riforma che farà scempio della Costituzione, un sito web e spot pubblicitari per la più stravagante e ipocrita messinscena sul sedicente rinnovo del testo fondamentale dei cittadini italiani

 

 

 

 

 

di Giuseppe De Liso

___________________

 

La Costituzione nella tecnologia digitale

 

A distanza di tanti anni, riecheggia ancora nella nostra mente il monito dell’attuale sindaco di Modugno, Nicola Magrone, sulla Costituzione italiana, durante una manifestazione pubblica: “Che quattro miserabili garibaldini possano mettere le mani sulla nostra Costituzione, scempiandola e snaturandola, è un fatto inaudito oltre che socialmente irrilevante”. Nel frattempo le cose, manco a dirlo, sono peggiorate assai. Adesso la tanto ventilata riforma della Costituzione (da una parte presa a calci, dall’altra osannata, ma de facto smembrata nei suoi aspetti costitutivi, in onore dei tempi nuovi) aveva bisogno di un altro escamotage per rilanciarsi ed essere credibile.

Ultimo aggiornamento Sabato 12 Ottobre 2013 07:18
 
=IL TERRITORIO ESPROPRIATO DI MODUGNO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 06 Ottobre 2013 22:13

rivista-3pagnellliottobre2013.

 

L'agricoltura è stata soffocata tra fabbriche e cemento,

il paesaggio è cambiato inesorabilmente ed irreversibilmente nell'arco di qualche decennio;

i relitti di campagna industriale conservano tracce di una biodiversità sofferente e convivono

con pretenziosi capannoni che veleggiano nel vuoto di una domanda che la crisi economica ha reso ormai inesistente  

.

 

di  Gianfranco Pagnelli

___________________

 

È bastato che una multinazionale proponesse l'insediamento di un impianto di depolimerizzazione della plastica a Modugno per svelare l'urgenza di una nuova visione di città che renda leggibile, anche all'esterno, l'identità di un luogo in cui i cittadini hanno vissuto l'industrializzazione come un saccheggio del proprio territorio, dei propri spazi e, perfino, dell'aria da respirare.

Modugno mal sopporta l'esproprio - nei fatti - di un terzo del proprio territorio, la zona A.S.I., e si interroga costantemente sul perché, se da un lato è chiaro che i costi da sostenere per la manutenzione di questo luogo, sconosciuto ai più, devono essere pagati dai suoi cittadini, dall'altro il diritto a decidere spetta ad un mostro burocratico. Il Consorzio A.S.I. ha, infatti, il potere indiscutibile di dare forma al paesaggio, di determinare la qualità dell'aria e, perfino, dell'acqua che scorre nel sottosuolo.

L'agricoltura è stata soffocata tra fabbriche e cemento, il paesaggio è cambiato inesorabilmente ed irreversibilmente nell'arco di qualche decennio; i relitti di campagna industriale conservano tracce di una biodiversità sofferente e convivono con pretenziosi capannoni che veleggiano nel vuoto di una domanda che la crisi economica ha reso ormai inesistente.

Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Ottobre 2013 08:51
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 22

Sudcritica Flash

==MARIO MARANGI, PER L'EXTRAVERGINE DI PUGLIA 'CREARE RETE' TRA I PRODUTTORI=Le ‪‎difficoltà‬ ma anche le grandi ‪opportunità‬ dei ‪‎produttori‬ ‪‎oleari‬ che puntano all'‪‎innovazione‬ e alla ‪‎qualità‬, in ‪Puglia‬ come a Modugno‬.
‪‎Investire‬ nell'‪olivicoltura‬ significa anche ‪valorizzare‬ il ‪territorio‬ e il tessuto‬ ‪sociale‬.
Ecco le ‪sfide‬ che affrontiamo noi ‪giovani‬ ‪‎imprenditori‬ ‎agricoli‬.
[v.in Sudcritica Modugno]

Sudcritica Flash

=IL COMUNE DI MODUGNO ABBATTE IL 'MURO'. LO ACQUISTO' COME OPERA D'ARTE, LO DISTRUGGE COME BAGNO FATISCENTE=
di Francesca Di Ciaula.Il 2 febbraio scorso, in piazza Romita Vescovo, un tempo adibita a mercato del pesce, sono iniziati i lavori di demolizione della parete adiacente ai bagni pubblici.
La motivazione è presto detta: sicurezza e salvaguardia della pubblica incolumità, fatiscenza delle strutture. Il tutto per una spesa di 35 000,00 €.
La parete ricoperta di marmo nero, fu costruita a ridosso della chiesa seicentesca delle Monacelle in pieno centro storico, per nascondere un bagno pubblico, alla vista di chi sostava nella piazzetta. Una visione dai contrasti indicibili. Un monolite scuro e dietro la parete chiara dell'antica chiesetta. L'antico e il nuovo, maldestro tentativo di dare dignità al piastrellato che ha invaso il paese, eppure opera pubblica. La modernità imposta per capriccio o arbitrio, il marmo contro la pietra povera antica. Oggi ulteriore denaro pubblico è stato impiegato per distruggere quel manufatto a nessuno mai piaciuto per la sua manifesta volgarità.

[v.leggi tutto in Sudcritica Modugno]

Sudcritica Flash

=ITALIA GIUSTA, IL COMUNE DI MODUGNO BLOCCHI LO 'SFRATTO' DELL’ISTITUTO DEL NASTRO AZZURRO=
di Tina Luciano.

Il movimento Italia Giusta secondo la Costituzione sollecita il Commissario prefettizio a Modugno perché blocchi lo ‘sfratto’ dell’Istituto Nastro Azzurro fino a quando sarà pronta la nuova sede ad esso destinata, in locali comunali che oggi ospitano i Servizi sociali.Il Museo e le Associazioni combattentistiche raccolte nell’Istituto custodiscono oggi le poche tracce esistenti di una memoria collettiva di Modugno, perse le quali va definitivamente in frantumi l’identità dell’intera città.
Un luogo della memoria va protetto e tutelato: insistere nel volerlo ‘sfrattare’ ha il sapore iconoclasta della provocazione, del voler far apparire come insensibile al bene pubblico una pubblica amministrazione che deve invece avere a cuore unicamente le esigenze sociali.

[v.anche in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=CONSUMO DI SUOLO E COMUNITA' SENZA IDENTITA'. INCONTRO CON GIUSEPPE MILANO=
Il 23 gennaio 2015. Sono intervenuti Pasquale De Santis e Nicola Magrone."Contro il mostruoso consumo di suolo in tutta Italia, serve una mobilitazione dei cittadini, una coscientizzazione che ci faccia capire che la cementificazione costante ha un forte impatto sociale, significa alienazione, perdita di coesione della comunità, significa che non esiste più un'identità delle nostre città. Sentiamo spesso dire che si vuole 'costruire il futuro': ma lo si dice a vuoto, mentre si perpetuano questi atteggiamenti di noncuranza e di malapolitica. Costruire il futuro significa cominciare a far le cose per bene ogni giorno nelle nostre città. Quel che è successo a Modugno lo sapete voi, non ho titolo per parlarne ma parlano i fatti. Basta col dire che edilizia e urbanistica vanno visti come motore dello sviluppo, se poi sappiamo che servono per creare solo lo sviluppo di pochi... basta!"

Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[v.anche in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=SOVRANITA' NAZIONALE
MONETARIA
E DEBITO PUBBLICO=

Serafino Pulcini/
Mino Magrone

Monete-antiche-riportate-alla-luce-in-uno-scavo-archeologico


_________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=PROTEZIONE CIVILE, INCONTRO CON GIUSEPPE DI CIAULA=
Il 9 gennaio 2015. Coordinamento, formazione, esercitazioni, sicurezza sono i cardini di una buona protezione civile.Fondamentale un piano dettagliato di intervento, con volontari professionali i quali - quando dovessero verificarsi emergenze - sanno che fare ma non usurpano i compiti dei professionisti. Partecipano il presidente di Italia Giusta secondo la Costituzione, Pasquale De Santis, e Francesca Di Ciaula, della segreteria del movimento.
Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[v.anche in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=PROTEZIONE CIVILE, INCONTRO CON WILLIAM FORMICOLA=
Il 12 dicembre 2014, su ''Stato di salute del territorio italiano e ruolo della protezione civile''.Al centro dell'intervento, le azioni che gli amministratori devono compiere per prevenire, e per intervenire nel verificarsi di emergenze; gli effetti della mano dell'uomo sull'aggravamento dei rischi, i pericoli legati al consumo del territorio e al costruire senza regole. E' intervenuto il presidente di Italia Giusta, Pasquale De Santis.
Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[in Sudcritica Modugno]

=POLITICA E CONSENSO=

=LA POLITICA
DELLE LOCUSTE=

locuste-madagascar


se si vuole tentare
un recupero
delle regole
che tutelino tutti,

bisognerà scontentare
i gruppetti di interesse
che si concentrano come locuste
intorno al patrimonio pubblico

di  Tina Luciano
__________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=CULTURA, SCUOLA E
TERRITORIO E LA 'NUOVA'
FIERA DEL CROCIFISSO
A MODUGNO=

seminario IG di ciaula longo lobaccaro

Per i Seminari di Italia Giusta
secondo la Costituzione,
incontro - il 21 novembre 2014 -
col musicista dei Radiodervish
Michele Lobaccaro
e con Francesca Di Ciaula
e Valentina Longo.
Su politiche culturali a
Modugno, sul successo
della 'nuova' Fiera
del
Crocifisso inaugurata
con l'amministrazione
Magrone
e sull'importanza
delle relazioni
tra scuola e territorio.

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=ECONOMIA E UE.
CI VORREBBE KEYNES
MA E' TROPPO
DI SINISTRA=

keynes-main-photo


Ilquadro
macroeconomico

dell’Europa
dovrebbe suggerire
la ripresa di politiche economiche
poggiate sulle argomentazioni
della cosiddetta sintesi postkeynesiana.
Invece, ciò è ancora molto lontano
dall’essere preso in considerazione
dalle istituzioni europee

di  Mino Magrone

____________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=LE SCELTE FISCALI DELLA GIUNTA MAGRONE PER PROTEGGERE I CETI MENO ABBIENTI=
Incontro con Dino Banchino.

Per i seminari di Italia Giusta secondo la Costituzione, incontro con l'assessore al Bilancio dell'amministrazione comunale di Modugno guidata da Nicola Magrone.Banchino ha parlato delle scelte fiscali fatte dalla giunta, tutte improntate all'art.53 della Costituzione italiana, per il quale il sistema tributario nel nostro Paese "è informato a criteri di progressività”.
Per questo, per il 2014 a Modugno non si è pagata la TASI, preferendo scaricare il peso maggiore della contribuzione dei cittadini sull'Irpef. Sono intervenuti Pasquale De Santis, presidente di Italia Giusta secondo la Costituzione, e Nicola Magrone.

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=MODUGNO, LA GIUNTA MAGRONE E L'AIUTO AI PIU' DEBOLI=
Incontro con Rosa Scardigno

Per i seminari di Italia Giusta secondo la Costituzione, incontro con l'assessore ai servizi sociali dell'amministrazione comunale di Modugno guidata da Nicola Magrone.Al centro dell'intervento dell'assessore, gli sforzi per ricostituire servizi disastrati (Ufficio di Piano, in primis), le necessità cui assolvere senza arbitrio, la descrizione di un lavoro interrotto a poco più di un anno dall'insediamento, quando avrebbe potuto dare aiuti più congrui.

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=MODUGNO.
CON ITALIA GIUSTA
PER ROMPERE
L'AGGLOMERATO
DI POTERE=

logo italia giusta internet


Da queste parti
smuovere la stagnazione
di poteri è stato
un azzardo
ed una scelta
 coraggiosa.
E tuttavia la dimostrazione
che un movimento possa spezzare

un meccanismo consolidato
c'è stata.
[...] Che si possano tentare
scelte politiche limpide e nette,
l'esperienza amministrativa
modugnese ce lo insegna

di  Francesca Di Ciaula
____________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=MODUGNO, LA NUOVA FIERA DEL CROCIFISSO=
Incontro con Tina Luciano -
"Queste sono le ragioni e le modalità della nuova configurazione della Fiera del Crocifisso......da un lato riannodare i fili con il centro della città, dall’altro garantire la sicurezza in un sito che, oltre ad essere isolato non garantiva nemmeno l’incolumità dei visitatori".

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=I LUOGHI=

=BORGO TACCONE.
STORIA PICCOLA
DEL SUD=

taccone7


Borgo Taccone
è questo luogo
dell'assenza,
una storia mancata
di insediamenti rurali.
Eppure non riesci
ad individuare la parola fine
a questa storia.
Il borgo intero sembra piuttosto
un racconto interrotto.

di  Francesca Di Ciaula
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=IL MATTONE DI CALVINO.
60 ANNI DOPO=

Credits-LaPresse h partb


“Un sovrapporsi
geometrico di parallelepipedi
e poliedri, spigoli e lati di case,
di qua e di là, tetti, finestre,
muri ciechi per servitù contigue
con solo i finestrini smerigliati
dei gabinetti uno sopra l’altro”.

di  Nicola Sacco
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=CRISI. PER SALVARE
L'EUROPA BASTEREBBE
SVEGLIARE IL GIGANTE=

images


Una modesta
frazione

di questo gigante finanziario
narcotizzato e costretto
a stare improduttivo può,
purché l’Europa e la Germania
lo vogliano, finanziare opere
e interventi comuni di sviluppo
e crescita dell’occupazione
di lavoratori in Italia ed in Europa

di  Mino Magrone
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=MODUGNO.
LA DIGNITA' POSSIBILE=

francesca4


Questo, il sindaco
di Modugno,
Nicola Magrone,
ha insegnato nel primo anno
di amministrazione a chi
ha voluto comprendere:
a essere chiari,
a pronunciare il nome delle cose
senza timore, pubblicamente,
non in cenacoli all’ombra
di qualche interesse
che non fosse quello
di tutti i cittadini.

di  Francesca Di Ciaula

____________________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=TAMARO, IL GRANDE NEMICO
E' IL NIENTE. O LO E'
PIUTTOSTO IL NICHILISMO?=

rotoletti010


L'angoscia e il disagio
non sono soltanto
sentimenti dei giovani,
sono invece
di noi tutti
in quanto mortali
destinati a finire,
al niente

di  Mino Magrone

_______________

[Leggi tutto]

Sudcritica Modugno

=GUASTO A PASSAGGIO A LIVELLO MODUGNO. IL SINDACO, SITUAZIONE ASSURDA CHE SI RIPETE= 5 aprile 2014 - Dice Nicola Magrone: "Prendero' le opportune iniziative per l'attuazione puntuale di intese precise sui compiti i di Fal e Rete Ferroviaria Italiana. Quello che serve e' scongiurare ulteriori situazioni di grave pericolo".[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=“La grande bellezza”?=

la grande bellezza


Finché continua
l’umana avventura
in questa valle,
ci sarà scienza, arte,
religione
e l’apocalisse del pensiero
lasciamola ai meno dotati.
Non ci riguarda.

di  Pippo De Liso

_______________

[Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=JOBS ACT, LAVORO

SENZA DIRITTI

E SENZA DIFESE=

CGIL crisi

 
l’Europa solidifica
interessi preminenti
anche sottraendo
ai Paesi
a sovranità nazionale
le tradizioni politiche
e i documenti storici d’identità.
L’Italia è in prima fila con la cessione
della Costituzione e la fiammata
di follia collettiva del cambiamento
a tutti i costi, soprattutto in peggio

di  Pippo De Liso

_______________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=Per far ripartire l'Italia

non serve stravolgere

la Costituzione=

costituzione

Proposta, da parte di un attivista

di Italia Giusta, di una piccola

guida pratica, aperta a suggerimenti,

per orientarsi tra i temi

di stretta attualità politica

di  Nicola Sacco

_______________

[ Leggi tutto]

Sudcritica Modugno

=RACCOLTA DIFFERENZIATA A MODUGNO, SUDCRITICA INTERVISTA L'ASSESSORE = 17 marzo 2014 - Puoi seguire l'intervista anche alla pagina di Sudcritica Modugno.Tra breve, finalmente, anche a Modugno (e per l'intero Aro del quale Modugno è capofila) ci sarà un bando di gara per una vera raccolta differenziata. Con l'aiuto e la collaborazione di tutti i cittadini dovrà portare al traguardo 'rifiuti zero'. L'assessore comunale Tina Luciano spiega a Sudcritica come accadrà.

Riprese e post produzione di Alberto Covella

Per discutere con il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, questi gli indirizzi:
sede: via X marzo 88 - 70026 MODUGNO
posta elettronica: [email protected]
[email protected]
rivista: www.sudcritica.it

=DISCUSSIONI=

Larroganza

della Rai

In nessun altro

Paese europeo

si assiste al pagamento

di un canone obbligatorio

a fronte di una pubblicità

invadente e accentratrice

di  Pippo De Liso

_______________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

Il documento

alternativo

"Il sindacato

è un'altra cosa"

per il XVII Congresso

della Cgil

 

di  Pippo De Liso

__________________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

Una sinistra

nata piccolo-borghese

 

di  Franco Schettini

__________________

a mio avviso il nostro “marxismo” altro non è stato che riformismo piccolo borghese, nemmeno socialdemocratico

Il 15 giugno del 1975 Pasolini scriveva, dopo le effimere vittorie delle sinistre, che “l’Italia è nel suo insieme ormai un Paese spoliticizzato, un corpo morto i cui riflessi non sono che meccanici. L’Italia cioè non sta vivendo altro che un processo di adattamento alla propria degradazione”.

[ Leggi tutto]

Contro la violenza sulle donne

MAGRONE, PALMINA E LE SUE PAROLE HANNO CAMBIATO LA MIA VITA
Casacalenda, 16 novembre 2013 - intervista di Maurizio Cavaliere. Magrone ricorda il giorno in cui palmina martinelli gli parlò in punto di morte, rivelandogli i nomi dei suoi aguzzini. La 14enne di fasano morì data alle fiamme nel novembre 1981, si era rifiutata di prostituirsi.

=LA VIOLENZA ESIBITA=

di Francesca Di Ciaula

____________________

violenza2 [ Leggi tutto]  

DON TONINO BELLO - LA COSCIENZA E IL POTERE

IL POTERE, LA LEGGE, LA COSCIENZA
Don Tonino Bello ricordato dal sindaco di Modugno, Nicola Magrone, a Mola di Bari, il 16 ottobre 2013, con l'assessore regionale Guglielmo Minervini e don Gianni De Robertis.La speranza nel patto tra deboli, se non per rovesciare il potere almeno per attenuarne l'abuso. Tornare alle origini di don Tonino Bello è tornare alle origini del nostro popolo, cioè la Costituzione. Secondo il sindaco di Modugno, oggi la costituzione non deve essere modificata.

cronache dall'interno

=IL SINDACO DI MODUGNO NICOLA MAGRONE E LA SUA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI=
26 settembre 2013 - Filmato integrale dell'incontroPer la prima volta nella vita amministrativa di Modugno, l’amministrazione parla con i cittadini in un incontro pubblico.

Riprese e post produzione di Alberto Covella

Per discutere con il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, questi gli indirizzi:
sede: via X marzo 88 - 70026 MODUGNO
posta elettronica: [email protected]
[email protected]
rivista: www.sudcritica.it

Newsletter

Grazie per esserti iscritto alla newsletter di Sudcritica. Stay tuned :)
Banner

Contattaci

Da (email)
Oggetto
Inserire questo testogmbalhys
 No SPAM
   
 

Chi è online

 58 visitatori online