Home
Sudcritica
=MAGRONE, A MODUGNO UN'AMMINISTRAZIONE PER RISTABILIRE IL RISPETTO DEI DIRITTI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 29 Settembre 2015 12:57

IL SINDACO DI MODUGNO PARLA AI CITTADINI

IN CHIUSURA DELLA FESTA PATRONALE

Cecilia, ambiente, aziende inquinanti, lavoro, Om, tasse, rifiuti:

abbiamo ricominciato a lavorare

su quel che ci avevano costretto a lasciare incompiuto

e a cercare di ristabilire elementari regole

per il rispetto dei diritti dei cittadini

nicola sindaco 2015 festa patronale

per ascoltare l'intervento del sindaco Nicola Magrone, ecco il link.

Ultimo aggiornamento Martedì 29 Settembre 2015 20:57
 
=ASSALTO ALLA COSTITUZIONE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 20 Settembre 2015 22:21

“Venduti & Comprati”

[Marco Travaglio, il Fatto, 20 settembre 2015]

renzi-e-berlusconiMa se le stesse cose le facesse Berlusconi? Il nostro titolo di ieri è uno dei ritornelli più ricorrenti, nelle conversazioni di chi ancora parla di politica. La risposta è sottintesa: se al posto di Renzi ci fosse B., verrebbe meritatamente lapidato, insultato e bruciato in effigie dal popolo della sinistra e anche da chi di sinistra non è, ma semplicemente tiene alla Costituzione e a un minimo di decenza istituzionale. Però forse la domanda è mal posta, perché B. ha già fatto le stesse cose - dall’abolizione dell’articolo 18 al bavaglio alla schiforma della Costituzione - che Renzi sta semplicemente rifacendo: solo che a B. non furono consentite da una mobilitazione dell’opinione pubblica, orientata e incanalata dalla stampa progressista, che invece oggi tace o acconsente, permettendo allo Spregiudicato di completare l’opera lasciata a metà dal Pregiudicato. Ieri Il Tempo ha raccolto una strepitosa antologia di quello che si diceva e si scriveva nel dicembre 2010, quando B. comprava senatori un tanto al chilo per rimpiazzare i finiani in fuga, esattamente come sta facendo Renzi per riempire il vuoto della sinistra Pd con verdiniani, fittiani, tosiani, alfaniani, ex grillini e gruppimisti, promettendo rielezioni future e poltrone attuali (la stessa merce di scambio usata da B. cinque anni fa). Con l’aggravante che oggi il mercato delle vacche avviene sulla riforma della Costituzione, non su leggi ordinarie.

Ultimo aggiornamento Domenica 20 Settembre 2015 22:45
 
="SPEZZEREMO LE RENI ALLA GRECIA..."= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 19 Luglio 2015 17:04

RAFFAELLO-La-scuola-di-Atene“Graecia capta...”.

Vincono

i predatori

ma dovranno

arrendersi:

per il loro bene

 

il prestito non risolverà nulla perché quel denaro, come già avviene da anni, ritornerà all’Europa creditrice sotto forma di rimborso di rate di capitale più interessi. Dal circolo vizioso non si esce, se non si ristruttura il debito sovrano della Grecia. E’ insostenibile e crescerà ancora. Bisogna, quanto meno, condonarne la metà e allungare congruamente nel tempo la restituzione della parte restante con interessi nulli o simbolici. Non è un dono. E’ una necessità economica oltre che politica

 


di  Mino Magrone

________________

Ultimo aggiornamento Domenica 19 Luglio 2015 17:15
 
=CORSIVO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 12 Luglio 2015 18:51

3 3 pi greco“Spezzeremo

le reni alla Grecia...

meno di un π

basterebbe per salvarla

se ciascun cittadino dell’Unione europea fosse disposto a contribuire con 3 euro e 19 centesimi (3,19 €) si metterebbero da parte molti milioni di euro. Esattamente un miliardo e seicento milioni di euro, somma di denaro che è pari al debito (scaduto il 30 giugno scorso) che la Grecia ha verso il Fondo monetario internazionale e per il quale rischia il fallimento e l’espulsione dall’Europa


di  Mino Magrone

________________

Sono infinite le cose dette, scritte e pensate sul destino della Grecia. A me sembra che una in particolare è capace di dare un’idea più precisa e meno fosca della sorte assegnata dai “creditori” al popolo greco. È stato calcolato, infatti, che se ciascun cittadino dell’Unione europea fosse disposto a contribuire con 3 euro e 19 centesimi (3,19 €) si metterebbero da parte molti milioni di euro. Esattamente un miliardo e seicento milioni di euro, somma di denaro che è pari al debito (scaduto il 30 giugno scorso) che la Grecia ha verso il Fondo monetario internazionale e per il quale rischia il fallimento e l’espulsione dall’Europa.

Ultimo aggiornamento Domenica 12 Luglio 2015 23:15
 
=MODUGNO, MAGRONE SINDACO - Sentirsi cittadini di un paese che vuole cambiare= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 30 Giugno 2015 19:08

comizio rivista 5

la portata rivoluzionaria di questo esito elettorale e le spinte che son nate dal bisogno di tanti di dirsi e sentirsi cittadini di un paese che vuole cambiare e vuole gesti e atti di governo e amministrazione che nascano dall’attenzione ai bisogni di questo paese, che il paese deve essere per chi ci vive.

E proprio questa attenzione fatta di rispetto per i cittadini è sempre ritornata nelle parole di Nicola Magrone. I cittadini, hanno ascoltato parole mai udite nella piazza centrale del paese: l’invito alla libertà al voto, fuori da condizionamenti o pressioni, l’invito a pensare per il paese, a voler scrivere per tutti noi una storia migliore

di  Francesca Di Ciaula
____________________

È sempre difficile guardare dall'interno la realtà delle cose e attribuire con le parole un valore ai fatti, quando quei fatti sono stati vissuti intensamente con preoccupazioni e impegni e attese e desideri autentici. Oggi, all’indomani del ballottaggio, che ha segnato la fine di una dura competizione elettorale con la proclamazione a sindaco di Nicola Magrone, si avverte quel pizzico di leggerezza necessaria a leggere la realtà in modo più distaccato.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 01 Luglio 2015 08:59
 
=22 GIUGNO. IL NEOELETTO SINDACO, NICOLA MAGRONE, PARLA AI CITTADINI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 22 Giugno 2015 10:28

P7060023

#SIATERIBELLI SEMPRE‬ - Magrone proclamato sindaco per la seconda volta: “Riprendiamo da dove siamo stati costretti a lasciare, per lo sviluppo e il rilancio dell'economia cittadina, fiducioso nella collaborazione della comunità di Modugno e di tutte le forze politiche”

Nicola Magrone torna così ad essere sindaco del Comune di Modugno dopo la sua prima esperienza, avviata nel giugno 2013 e conclusasi nell’agosto dello scorso anno per lo scioglimento anticipato del consiglio.

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Giugno 2015 10:31
 
=MAGRONE A MODUGNO, #SIATELIBERI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 09 Giugno 2015 00:37

#‎SIATELIBERI‬ - Comizio di Nicola Magrone, 8 giugno 2015, piazza Sedile, Modugno - "Ci sono tante persone per bene a Modugno, tante persone che, magari facendo qualche errore di valutazione politica, hanno partecipato anche a questa competizione elettorale, nelle altre coalizioni, nella coalizione di Scelsi, anche in quella del Pd. A tutti i cittadini di Modugno, ai grillini con i quali abbiamo tante cose in comune e a queste persone, stasera io dico 'scegliete liberamente, non fatevi irregimentare, siate liberi, distinguete tra quelli che vogliono tornare a una storia oscura e coloro che hanno tentato di dare una prospettiva nuova a questa città e oggi vogliono continuare, insieme con tanti giovani, nel percorso avviato'".

8 giugno - sudcritica

 
=BALLOTTAGGIO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 06 Giugno 2015 13:28

comizio di Nicola Magrone

lunedi 8 giugno ore 20

Modugno piazza sedile

non mancare!

ELEZIONI A MODUGNO - IL PAESE HA BISOGNO DI TUTTO TRANNE CHE DEL RITORNO AL LUGUBRE PASSATO LONTANO E RECENTE.

L’elezione del Sindaco non sarà, questa volta, un gioco clandestino e osceno tra gruppi di potere spacciati per partiti. Le vicende locali ed ora nazionali del Pd travolto sistematicamente in scandali a ripetizione chiamano l’elettorato a riprendersi radicalmente la sua sovranità. Un’occasione storica si offre ai cittadini per riprendersi il loro destino sottraendosi agli ordini di scuderia dei caporali che impazzano per la città.
Serve un voto libero e consapevole, elettore per elettore. Il voto a Magrone significa legalità, giustizia sociale, trasparenza totale nella gestione della cosa pubblica e scongiura il ritorno al passato più lontano e a quello più recente (dalle infiltrazioni mafiose agli arresti per reati infamanti). Una scelta libera e radicale di ciascun elettore può salvare il paese.

Italia Giusta secondo la Costituzione

Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Giugno 2015 17:27
 
=ELEZIONI MODUGNO - LA SVOLTA STORICA= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 04 Giugno 2015 12:58

ELEZIONI A MODUGNO – SEGNALI VISTOSI DI RINNOVAMENTO – UNA DICHIARAZIONE DI NICOLA MAGRONE

 

Il primo turno delle votazioni indica la strada intrapresa dalla nostra comunità: legalità, giustizia sociale, trasparenza totale. Il ballottaggio di domenica 14 giugno dovrà confermare la tendenza chiaramente emersa.

Ringrazio tutti i candidati della coalizione che mi ha sostenuto e i cittadini di Modugno che hanno ben inteso il senso stesso della nostra presenza. L’auspicata vittoria al secondo turno aprirà le porte del palazzo comunale a figure giovani e nuove a questa esperienza. La coalizione che si contrappone porterebbe in Consiglio e in amministrazione consumate figure del vecchio regime. E’ un esito, quest’ultimo, da scongiurare con tutte le forze nostre e dell’intera comunità. E’ il momento di una svolta radicale: non si deve tornare indietro.

I 13 consiglieri che fecero cadere la Giunta del 2013/2014 sono, allo stato, fuori dal Consiglio. Non ci potrebbe essere segnale più chiaro della volontà di riscatto morale, politico e sociale della cittadinanza. Bisogna impedire che ci tornino.

Un dato tra i più significativi: Italia Giusta secondo la Costituzione ha sorpassato, in voti, il Partito Democratico.

Faccio appello ai cittadini di Modugno, ai candidati, ai militanti dei Movimenti che mi sostengono, a non ridurre il loro impegno e a costruire, ciascuno e tutti, la svolta storica della nostra città .

Ultimo aggiornamento Giovedì 04 Giugno 2015 22:28
 
=MODUGNO, 31 MAGGIO SI VOTA. SIATE RIBELLI, PERCHE' RIPARTA UNA STORIA DI CAMBIAMENTO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 31 Maggio 2015 09:46

sudcritica2Nicola Magrone, comizio di chiusura della campagna elettorale a Modugno, 29 maggio 2015: “Mi ero immaginato una campagna elettorale finalmente chiarificatrice:
con contendenti che mi dicessero che cosa aveva indotto 13 consiglieri a dimettersi facendo un oltraggio alla città e procurandole molti danni. Ho assistito a una campagna truffaldina dove parlano delle cose che vorranno fare, senza neppure sapere che noi le abbiamo già fatte o le abbiamo già avviate, e soprattutto non parlano delle cose che vorranno fare davvero. [...] Perché vi dicono che così va la società e non può essere cambiata, i potenti fanno gli affari e Modugno non potrà mai essere cambiata. Io vi dico: Siate ribelli, siate eversivi, votate in libertà, senza farvi condizionare e cambiate Modugno con me e con tutte le brave persone candidate con me.

di  Giorgio Tarquini

________________

Il paese dei balconi sporgenti e delle risposte negate. Non è il titolo di una fiaba nè un racconto di realismo magico alla Garcia Marquez, è Modugno, ridente paesino di 40 mila anime alle porte di Bari, ai confini del pudore. Una sportiva e amena gestione delle norme edilizio-urbanistiche ha determinato questa curiosa, ma assai carina, caratteristica  architettonica del paese citato, che pur evocando nel nome Domenico Modugno, Volare nel blu dipinto di blu, più che volare arranca, annaspa, barcolla soprattutto nella sua politica comunale.

Ultimo aggiornamento Domenica 31 Maggio 2015 15:34
 
=LA CRISI DI AUCHAN ITALIA,1426 ESUBERI. RISCHIO LICENZIAMENTI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 27 Maggio 2015 15:26

AUCHAN1La crisi e la rottamazione

delle tutele del lavoro *

i lavoratori a partire dal 2011 si sono sacrificati per l'azienda e per mantenere i loro posti di lavoro. Casamassima è al quarto anno di contratti di solidarietà per 250 dipendenti con tagli del 25% dello stipendio e a Modugno siamo al secondo anno di solidarietà per circa 150 dipendenti con tagli del 30% degli stipendi. E sebbene sia ancora possibile ricorrere a tali strumenti nella grande maggioranza dei punti vendita, l'azienda ha dichiarato la loro insufficienza. Insufficienza smentita dai dati

di  Adriana Ranieri

_________________

Continua l'escalation di avvenimenti sugli annunciati 1.426 lavoratori in esubero del gruppo Auchan Italia ipermercati. In particolare, la cancellazione in data 15 Maggio 2015 del tavolo tecnico previsto alla Regione Puglia per cercare, insieme con i sindacati, una soluzione per i lavoratori dell'Auchan di Modugno. L’ipermercato situato alle porte della zona industriale di Bari conta un totale di 192 addetti e sono 58 gli esuberi annunciati. Esiste un rischio licenziamenti entro novembre - si dice - se non si troverà un accordo. La Regione Puglia ha però ritenuto di dover cancellare l'incontro, perché non ritiene che la questione dei lavoratori modugnesi dell’ipermercato sia di sua competenza e ha rimandato al Ministero dello Sviluppo Economico a Roma il compito di dipanare e trovare una soluzione per gli esuberi annunciati dal gruppo transalpino.

Nell'esaminare la storia contingente sulla questione Auchan Modugno sorgono delle domande.

Ultimo aggiornamento Venerdì 29 Maggio 2015 10:29
 
=ELEZIONI A MODUGNO. MAGRONE, SIATE RIBELLI, VOTATE SENZA FARVI CONDIZIONARE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 12 Maggio 2015 23:07

comizio di Nicola Magrone, 4 maggio 2015.

“Siate ribelli. Il voto è un gesto di rivoluzione: fatelo liberamente, siate liberi dal condizionamento”...E’ necessaria una rivoluzione, una rivoluzione profonda, incisiva, la rivoluzione delle coscienze. Una rivoluzione che prima o poi dobbiamo fare. Perché è necessario che il paese esca da questo schema che ad ogni elezione fa sì che si calcoli la persona in base ai voti che porterà. Fanno i conti dei risultati già oggi… Questo vale 200, questo 37… Noi rompiamo questo schema, facciamo questo sforzo sulla nostra pelle, lo dico senza retorica. Dobbiamo farlo questo esercizio di liberazione da queste imposizioni, lo dobbiamo fare… stiamo parlando del pensiero e della dignità di ciascuno di noi. Contro le scelte del parente, contro il burocrate di partito che ha vissuto 20 anni a portar borse nei corridoi degli assessorati…
Siate ribelli, siate liberi dal condizionamento”..

Ultimo aggiornamento Martedì 12 Maggio 2015 23:08
 
=MODUGNO CONNECTION. I FATTI DEL 22 AGOSTO 2014= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 11 Febbraio 2015 19:50

grosz-metropolis-1916-17CHE COSA COSTRINSE 13 CONSIGLIERI A DARSI ALLA FUGA?

dimostrazione di una motivazione incoNfessabile

 

 

 

Lo scorso 22 agosto, dopo appena un anno di amministrazione Magrone, tredici consiglieri comunali presentarono all’ufficio del Protocollo del Comune di Modugno le loro simultanee dimissioni precedentemente firmate davanti a un notaio. Le dimissioni dei consiglieri - Angiulli, Barile, Brunetta, Fragassi, Gianvecchio, Lacalamita, Maurelli, Pascazio, Ragnini, Ruccia, Sanseverino, Scaramuzzi e Silvestri - erano esplicitamente finalizzate allo scioglimento del Consiglio Comunale e, di conseguenza, alla caduta del sindaco Magrone e della sua giunta.

Ultimo aggiornamento Venerdì 13 Febbraio 2015 01:01
 
=ELEZIONI A MODUGNO. MAGRONE, SIATE RIBELLI. DATE UN VOTO SENZA CONDIZIONAMENTI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 07 Maggio 2015 23:41

comizio rivista7

 “Siate ribelli. C'è una politica del voto guidato, che non fa bene alla democrazia.
Averne consapevolezza e opporre una prassi diversa
che faccia esercizio di libero pensiero, questo deve far parte
della rivoluzione culturale di questo paese” ha concluso Nicola Magrone.

di  Francesca Di Ciaula

_____________________

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Maggio 2015 19:32
 
=elezioni a Modugno= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 03 Maggio 2015 04:12

LUNEDI 4 MAGGIO, ORE 20

 

A MODUGNO, PIAZZA SEDILE

 

COMIZIO DI MAGRONE

 

 

"Modugno riparte da qui"

 

NON MANCARE!

 

Ultimo aggiornamento Sabato 06 Giugno 2015 13:33
 
=MODUGNO DACCAPO AL VOTO - ALLARME GATTOPARDI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 19 Gennaio 2015 00:42

 

Così commentavamo la campagna elettorale a Modugno del maggio 2013. Riuscimmo ad arrivare al Comune con uno sforzo incredibile. Un anno, e 13 consiglieri di avventura ci hanno fatto sciogliere il consiglio comunale (22 agosto 2014).

Oggi (elezioni il 31 maggio 2015): daccapo, peggio. Il partito unico degli affari si va ricomponendo a fini elettorali dopo il tirocinio in Consiglio comunale scomponendosi e riaccorpandosi in un unico magma. Mettono in scena una contrapposizione surreale (tutti con tutti, tutti contro tutti). Dove soni finiti i tredici consiglieri suicidi? qui e lì. La regia è unica.

Ma ci siamo anche noi; daccapo; a viso scoperto.


IL VOTO IN MASCHERA

maschere

 

Ultimo aggiornamento Sabato 11 Aprile 2015 21:42
 
=PALMINA MARTINELLI. Magrone, restituirle la credibilità è il modo per darle giustizia oggi= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 11 Aprile 2015 10:06

Palmina è stata dipinta come una bugiarda, una ragazzina che in punto di morte aveva perfino calunniato i suoi aguzzini”: parole di Nicola Magrone, il pm che si occupò del processo sulla morte della ragazzina di 14 anni bruciata viva a Fasano (Brindisi) l'11 novembre 1981 perché non voleva entrare in un giro di prostituzione gestito dal giovane che lei riteneva il suo 'fidanzatino' e dal fratellastro di questo.  La sorella di Palmina, Giacomina Martinelli, nell'ottobre 2012, con l'avv.Stefano Chiriatti, ha presentato una denuncia contro ignoti per la riapertura delle indagini sull'omicidio di Palmina. L'intento è di ottenere dai giudici non tanto una affermazione di responsabilità dei suoi aggressori - dal momento che coloro che vengono accusati da Palmina sono stati assolti e non possono più venire giudicati per lo stesso reato - quanto una 'attestazione' giudiziaria che Palmina non si suicidò ma fu uccisa. E la procura di Brindisi ha risposto a questa richiesta. «E' ragionevole ritenere che fu un omicidio»: hanno sostenuto i pm brindisini (il procuratore, Marco Dinapoli, e il sostituto Daniela Chimienti), dopo aver valutato la questione, ma hanno, tuttavia, chiesto al gip l'archiviazione del caso ritenendo che gli indizi che emergono siano riferibili a persone già giudicate e quindi non più processabili. Ora la vicenda è al vaglio del giudice.

Della questione si è occupata di nuovo, qualche giorno fa, la trasmissione di Federica Sciarelli 'Chi l'ha visto?'. Per vedere il filmato clicca qui.

 nicola-palmina

Ultimo aggiornamento Sabato 05 Dicembre 2015 10:43
 
=Sudcritica Flash. MARIO MARANGI, PER EXTRAVERGINE DI PUGLIA 'CREARE RETE' TRA PRODUTTORI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 06 Aprile 2015 23:25

L' Italia è dopo la Spagna il secondo produttore di olio nel mondo. La Puglia è, a livello nazionale, la prima produttrice di olio extravergine. Uno dei principali problemi che devono affrontare i produttori diretti è la mancata remunerazione degli sforzi fatti per produrre un olio di qualità. Dipende da molti fattori: ma soprattutto dal fatto che le etichette non aiutano il consumatore a scegliere un prodotto di qualità, sapendolo distinguere da un prodotto che non lo è. Numerose sono poi le contraffazioni (per esempio, in un'annata come quella scorsa in cui la produzione, per motivi diversi, è stata assolutamente scarsa). Nel territorio modugnese occorrerebbe 'fare sistema', 'creare rete' tra i produttori: se si riuscisse a fare questo, si potrebbe certamente ottenere di più. 

Ultimo aggiornamento Lunedì 06 Aprile 2015 23:44
 
=RICORDANDO RENATA FONTE, VITTIMA DELLA MAFIA INVISIBILE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 31 Marzo 2015 00:00

renata fonte

La mafia è invisibile, difficile tante volte identificarla. Eppure segnale inequivocabile - dice Nicola Magrone - è il voto di scambio, il comportamento ben riconoscibile di chi ha la pretesa di dare qualcosa in cambio del nostro voto. Quello è un crimine che segna le vite dei giovani, le loro attese, aspettative errate nella mercificazione dei loro diritti. Ciò che serve è l'autonomia di pensiero e giudizio, la consapevole capacità di rendersi insubordinati rispetto all'umiliante pratica del mercato dei voti, che avvilisce i giovani e i cittadini, poichè non si rendono conto che in questo modo annientano i loro diritti e forniscono terreno alla crescita del seme della mafiosità, all'untuoso gesto del me la vedo io

 di  Francesca Di Ciaula

____________________

Lassassinio di Renata Fonte è stato il primo omicidio di mafia in Salento con vittima un politico donna.

Renata Fonte era una donna scomoda per coloro che dell'intreccio tra cariche pubbliche e affari personalissimi avevano fatto una ragione di vita. Da assessore si era opposta ad una modifica al piano regolatore che avrebbe permesso una speculazione edilizia nella zona di un'area protetta, Porto Selvaggio. Gli assassini e il loro mandante sono ormai passati attraverso i tre gradi di giudizio, eppure sembra che lastoria di Renata Fonte non sia stata mai raccontata fino in fondo nei processi, dove un mandante a più alti livelli non è stato mai individuato.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 01 Aprile 2015 00:29
 
=OM. I TANTI MISTERI DI UNA TRATTATIVA. MA SE FINALMENTE SI RISOLVE LA QUESTIONE RINUNCIAMO ANCHE A SAPERE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 16 Marzo 2015 18:49

La vertenza Om, per tempi e metodi con cui è stata condotta, non smette ogni giorno di stupire. In primo luogo perché si è lasciato Kion, nonostante la fuga dall'area industriale di Modugno-Bari, e l'abbandono per strada di oltre 230 operai altamente qualificati, arbitro assoluto di decidere chi dovesse subentrare nella produzione distogliendo così tutti coloro che sembravano offrire serie prospettive per i lavoratori. In secondo luogo, perché, pur avendo la possibilità di esperire una trattativa con una delle più importanti aziende pugliesi (con socio Vito Pertosa, presidente e amministratore delegato di Mermec, 100 milioni di fatturato l'anno), che aveva avviato un'esame della situazione con l'amministrazione Magrone a Modugno, si  è lasciata cadere questa ipotesi - almeno sinora? E da ultimo: si è tenuto ieri 15 marzo un incontro al ministero per lo sviluppo economico * nel quale sono all'improvviso spuntate quattro (ben quattro manifestazioni di interesse)... Ben vengano, se sono reali.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Marzo 2015 12:32
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 22

Sudcritica Flash

==MARIO MARANGI, PER L'EXTRAVERGINE DI PUGLIA 'CREARE RETE' TRA I PRODUTTORI=Le ‪‎difficoltà‬ ma anche le grandi ‪opportunità‬ dei ‪‎produttori‬ ‪‎oleari‬ che puntano all'‪‎innovazione‬ e alla ‪‎qualità‬, in ‪Puglia‬ come a Modugno‬.
‪‎Investire‬ nell'‪olivicoltura‬ significa anche ‪valorizzare‬ il ‪territorio‬ e il tessuto‬ ‪sociale‬.
Ecco le ‪sfide‬ che affrontiamo noi ‪giovani‬ ‪‎imprenditori‬ ‎agricoli‬.
[v.in Sudcritica Modugno]

Sudcritica Flash

=IL COMUNE DI MODUGNO ABBATTE IL 'MURO'. LO ACQUISTO' COME OPERA D'ARTE, LO DISTRUGGE COME BAGNO FATISCENTE=
di Francesca Di Ciaula.Il 2 febbraio scorso, in piazza Romita Vescovo, un tempo adibita a mercato del pesce, sono iniziati i lavori di demolizione della parete adiacente ai bagni pubblici.
La motivazione è presto detta: sicurezza e salvaguardia della pubblica incolumità, fatiscenza delle strutture. Il tutto per una spesa di 35 000,00 €.
La parete ricoperta di marmo nero, fu costruita a ridosso della chiesa seicentesca delle Monacelle in pieno centro storico, per nascondere un bagno pubblico, alla vista di chi sostava nella piazzetta. Una visione dai contrasti indicibili. Un monolite scuro e dietro la parete chiara dell'antica chiesetta. L'antico e il nuovo, maldestro tentativo di dare dignità al piastrellato che ha invaso il paese, eppure opera pubblica. La modernità imposta per capriccio o arbitrio, il marmo contro la pietra povera antica. Oggi ulteriore denaro pubblico è stato impiegato per distruggere quel manufatto a nessuno mai piaciuto per la sua manifesta volgarità.

[v.leggi tutto in Sudcritica Modugno]

Sudcritica Flash

=ITALIA GIUSTA, IL COMUNE DI MODUGNO BLOCCHI LO 'SFRATTO' DELL’ISTITUTO DEL NASTRO AZZURRO=
di Tina Luciano.

Il movimento Italia Giusta secondo la Costituzione sollecita il Commissario prefettizio a Modugno perché blocchi lo ‘sfratto’ dell’Istituto Nastro Azzurro fino a quando sarà pronta la nuova sede ad esso destinata, in locali comunali che oggi ospitano i Servizi sociali.Il Museo e le Associazioni combattentistiche raccolte nell’Istituto custodiscono oggi le poche tracce esistenti di una memoria collettiva di Modugno, perse le quali va definitivamente in frantumi l’identità dell’intera città.
Un luogo della memoria va protetto e tutelato: insistere nel volerlo ‘sfrattare’ ha il sapore iconoclasta della provocazione, del voler far apparire come insensibile al bene pubblico una pubblica amministrazione che deve invece avere a cuore unicamente le esigenze sociali.

[v.anche in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=CONSUMO DI SUOLO E COMUNITA' SENZA IDENTITA'. INCONTRO CON GIUSEPPE MILANO=
Il 23 gennaio 2015. Sono intervenuti Pasquale De Santis e Nicola Magrone."Contro il mostruoso consumo di suolo in tutta Italia, serve una mobilitazione dei cittadini, una coscientizzazione che ci faccia capire che la cementificazione costante ha un forte impatto sociale, significa alienazione, perdita di coesione della comunità, significa che non esiste più un'identità delle nostre città. Sentiamo spesso dire che si vuole 'costruire il futuro': ma lo si dice a vuoto, mentre si perpetuano questi atteggiamenti di noncuranza e di malapolitica. Costruire il futuro significa cominciare a far le cose per bene ogni giorno nelle nostre città. Quel che è successo a Modugno lo sapete voi, non ho titolo per parlarne ma parlano i fatti. Basta col dire che edilizia e urbanistica vanno visti come motore dello sviluppo, se poi sappiamo che servono per creare solo lo sviluppo di pochi... basta!"

Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[v.anche in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=SOVRANITA' NAZIONALE
MONETARIA
E DEBITO PUBBLICO=

Serafino Pulcini/
Mino Magrone

Monete-antiche-riportate-alla-luce-in-uno-scavo-archeologico


_________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=PROTEZIONE CIVILE, INCONTRO CON GIUSEPPE DI CIAULA=
Il 9 gennaio 2015. Coordinamento, formazione, esercitazioni, sicurezza sono i cardini di una buona protezione civile.Fondamentale un piano dettagliato di intervento, con volontari professionali i quali - quando dovessero verificarsi emergenze - sanno che fare ma non usurpano i compiti dei professionisti. Partecipano il presidente di Italia Giusta secondo la Costituzione, Pasquale De Santis, e Francesca Di Ciaula, della segreteria del movimento.
Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[v.anche in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=PROTEZIONE CIVILE, INCONTRO CON WILLIAM FORMICOLA=
Il 12 dicembre 2014, su ''Stato di salute del territorio italiano e ruolo della protezione civile''.Al centro dell'intervento, le azioni che gli amministratori devono compiere per prevenire, e per intervenire nel verificarsi di emergenze; gli effetti della mano dell'uomo sull'aggravamento dei rischi, i pericoli legati al consumo del territorio e al costruire senza regole. E' intervenuto il presidente di Italia Giusta, Pasquale De Santis.
Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[in Sudcritica Modugno]

=POLITICA E CONSENSO=

=LA POLITICA
DELLE LOCUSTE=

locuste-madagascar


se si vuole tentare
un recupero
delle regole
che tutelino tutti,

bisognerà scontentare
i gruppetti di interesse
che si concentrano come locuste
intorno al patrimonio pubblico

di  Tina Luciano
__________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=CULTURA, SCUOLA E
TERRITORIO E LA 'NUOVA'
FIERA DEL CROCIFISSO
A MODUGNO=

seminario IG di ciaula longo lobaccaro

Per i Seminari di Italia Giusta
secondo la Costituzione,
incontro - il 21 novembre 2014 -
col musicista dei Radiodervish
Michele Lobaccaro
e con Francesca Di Ciaula
e Valentina Longo.
Su politiche culturali a
Modugno, sul successo
della 'nuova' Fiera
del
Crocifisso inaugurata
con l'amministrazione
Magrone
e sull'importanza
delle relazioni
tra scuola e territorio.

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=ECONOMIA E UE.
CI VORREBBE KEYNES
MA E' TROPPO
DI SINISTRA=

keynes-main-photo


Ilquadro
macroeconomico

dell’Europa
dovrebbe suggerire
la ripresa di politiche economiche
poggiate sulle argomentazioni
della cosiddetta sintesi postkeynesiana.
Invece, ciò è ancora molto lontano
dall’essere preso in considerazione
dalle istituzioni europee

di  Mino Magrone

____________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=LE SCELTE FISCALI DELLA GIUNTA MAGRONE PER PROTEGGERE I CETI MENO ABBIENTI=
Incontro con Dino Banchino.

Per i seminari di Italia Giusta secondo la Costituzione, incontro con l'assessore al Bilancio dell'amministrazione comunale di Modugno guidata da Nicola Magrone.Banchino ha parlato delle scelte fiscali fatte dalla giunta, tutte improntate all'art.53 della Costituzione italiana, per il quale il sistema tributario nel nostro Paese "è informato a criteri di progressività”.
Per questo, per il 2014 a Modugno non si è pagata la TASI, preferendo scaricare il peso maggiore della contribuzione dei cittadini sull'Irpef. Sono intervenuti Pasquale De Santis, presidente di Italia Giusta secondo la Costituzione, e Nicola Magrone.

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=MODUGNO, LA GIUNTA MAGRONE E L'AIUTO AI PIU' DEBOLI=
Incontro con Rosa Scardigno

Per i seminari di Italia Giusta secondo la Costituzione, incontro con l'assessore ai servizi sociali dell'amministrazione comunale di Modugno guidata da Nicola Magrone.Al centro dell'intervento dell'assessore, gli sforzi per ricostituire servizi disastrati (Ufficio di Piano, in primis), le necessità cui assolvere senza arbitrio, la descrizione di un lavoro interrotto a poco più di un anno dall'insediamento, quando avrebbe potuto dare aiuti più congrui.

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=MODUGNO.
CON ITALIA GIUSTA
PER ROMPERE
L'AGGLOMERATO
DI POTERE=

logo italia giusta internet


Da queste parti
smuovere la stagnazione
di poteri è stato
un azzardo
ed una scelta
 coraggiosa.
E tuttavia la dimostrazione
che un movimento possa spezzare

un meccanismo consolidato
c'è stata.
[...] Che si possano tentare
scelte politiche limpide e nette,
l'esperienza amministrativa
modugnese ce lo insegna

di  Francesca Di Ciaula
____________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=MODUGNO, LA NUOVA FIERA DEL CROCIFISSO=
Incontro con Tina Luciano -
"Queste sono le ragioni e le modalità della nuova configurazione della Fiera del Crocifisso......da un lato riannodare i fili con il centro della città, dall’altro garantire la sicurezza in un sito che, oltre ad essere isolato non garantiva nemmeno l’incolumità dei visitatori".

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=I LUOGHI=

=BORGO TACCONE.
STORIA PICCOLA
DEL SUD=

taccone7


Borgo Taccone
è questo luogo
dell'assenza,
una storia mancata
di insediamenti rurali.
Eppure non riesci
ad individuare la parola fine
a questa storia.
Il borgo intero sembra piuttosto
un racconto interrotto.

di  Francesca Di Ciaula
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=IL MATTONE DI CALVINO.
60 ANNI DOPO=

Credits-LaPresse h partb


“Un sovrapporsi
geometrico di parallelepipedi
e poliedri, spigoli e lati di case,
di qua e di là, tetti, finestre,
muri ciechi per servitù contigue
con solo i finestrini smerigliati
dei gabinetti uno sopra l’altro”.

di  Nicola Sacco
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=CRISI. PER SALVARE
L'EUROPA BASTEREBBE
SVEGLIARE IL GIGANTE=

images


Una modesta
frazione

di questo gigante finanziario
narcotizzato e costretto
a stare improduttivo può,
purché l’Europa e la Germania
lo vogliano, finanziare opere
e interventi comuni di sviluppo
e crescita dell’occupazione
di lavoratori in Italia ed in Europa

di  Mino Magrone
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=MODUGNO.
LA DIGNITA' POSSIBILE=

francesca4


Questo, il sindaco
di Modugno,
Nicola Magrone,
ha insegnato nel primo anno
di amministrazione a chi
ha voluto comprendere:
a essere chiari,
a pronunciare il nome delle cose
senza timore, pubblicamente,
non in cenacoli all’ombra
di qualche interesse
che non fosse quello
di tutti i cittadini.

di  Francesca Di Ciaula

____________________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=TAMARO, IL GRANDE NEMICO
E' IL NIENTE. O LO E'
PIUTTOSTO IL NICHILISMO?=

rotoletti010


L'angoscia e il disagio
non sono soltanto
sentimenti dei giovani,
sono invece
di noi tutti
in quanto mortali
destinati a finire,
al niente

di  Mino Magrone

_______________

[Leggi tutto]

Sudcritica Modugno

=GUASTO A PASSAGGIO A LIVELLO MODUGNO. IL SINDACO, SITUAZIONE ASSURDA CHE SI RIPETE= 5 aprile 2014 - Dice Nicola Magrone: "Prendero' le opportune iniziative per l'attuazione puntuale di intese precise sui compiti i di Fal e Rete Ferroviaria Italiana. Quello che serve e' scongiurare ulteriori situazioni di grave pericolo".[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=“La grande bellezza”?=

la grande bellezza


Finché continua
l’umana avventura
in questa valle,
ci sarà scienza, arte,
religione
e l’apocalisse del pensiero
lasciamola ai meno dotati.
Non ci riguarda.

di  Pippo De Liso

_______________

[Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=JOBS ACT, LAVORO

SENZA DIRITTI

E SENZA DIFESE=

CGIL crisi

 
l’Europa solidifica
interessi preminenti
anche sottraendo
ai Paesi
a sovranità nazionale
le tradizioni politiche
e i documenti storici d’identità.
L’Italia è in prima fila con la cessione
della Costituzione e la fiammata
di follia collettiva del cambiamento
a tutti i costi, soprattutto in peggio

di  Pippo De Liso

_______________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=Per far ripartire l'Italia

non serve stravolgere

la Costituzione=

costituzione

Proposta, da parte di un attivista

di Italia Giusta, di una piccola

guida pratica, aperta a suggerimenti,

per orientarsi tra i temi

di stretta attualità politica

di  Nicola Sacco

_______________

[ Leggi tutto]

Sudcritica Modugno

=RACCOLTA DIFFERENZIATA A MODUGNO, SUDCRITICA INTERVISTA L'ASSESSORE = 17 marzo 2014 - Puoi seguire l'intervista anche alla pagina di Sudcritica Modugno.Tra breve, finalmente, anche a Modugno (e per l'intero Aro del quale Modugno è capofila) ci sarà un bando di gara per una vera raccolta differenziata. Con l'aiuto e la collaborazione di tutti i cittadini dovrà portare al traguardo 'rifiuti zero'. L'assessore comunale Tina Luciano spiega a Sudcritica come accadrà.

Riprese e post produzione di Alberto Covella

Per discutere con il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, questi gli indirizzi:
sede: via X marzo 88 - 70026 MODUGNO
posta elettronica: [email protected]
[email protected]
rivista: www.sudcritica.it

=DISCUSSIONI=

Larroganza

della Rai

In nessun altro

Paese europeo

si assiste al pagamento

di un canone obbligatorio

a fronte di una pubblicità

invadente e accentratrice

di  Pippo De Liso

_______________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

Il documento

alternativo

"Il sindacato

è un'altra cosa"

per il XVII Congresso

della Cgil

 

di  Pippo De Liso

__________________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

Una sinistra

nata piccolo-borghese

 

di  Franco Schettini

__________________

a mio avviso il nostro “marxismo” altro non è stato che riformismo piccolo borghese, nemmeno socialdemocratico

Il 15 giugno del 1975 Pasolini scriveva, dopo le effimere vittorie delle sinistre, che “l’Italia è nel suo insieme ormai un Paese spoliticizzato, un corpo morto i cui riflessi non sono che meccanici. L’Italia cioè non sta vivendo altro che un processo di adattamento alla propria degradazione”.

[ Leggi tutto]

Contro la violenza sulle donne

MAGRONE, PALMINA E LE SUE PAROLE HANNO CAMBIATO LA MIA VITA
Casacalenda, 16 novembre 2013 - intervista di Maurizio Cavaliere. Magrone ricorda il giorno in cui palmina martinelli gli parlò in punto di morte, rivelandogli i nomi dei suoi aguzzini. La 14enne di fasano morì data alle fiamme nel novembre 1981, si era rifiutata di prostituirsi.

=LA VIOLENZA ESIBITA=

di Francesca Di Ciaula

____________________

violenza2 [ Leggi tutto]  

DON TONINO BELLO - LA COSCIENZA E IL POTERE

IL POTERE, LA LEGGE, LA COSCIENZA
Don Tonino Bello ricordato dal sindaco di Modugno, Nicola Magrone, a Mola di Bari, il 16 ottobre 2013, con l'assessore regionale Guglielmo Minervini e don Gianni De Robertis.La speranza nel patto tra deboli, se non per rovesciare il potere almeno per attenuarne l'abuso. Tornare alle origini di don Tonino Bello è tornare alle origini del nostro popolo, cioè la Costituzione. Secondo il sindaco di Modugno, oggi la costituzione non deve essere modificata.

cronache dall'interno

=IL SINDACO DI MODUGNO NICOLA MAGRONE E LA SUA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI=
26 settembre 2013 - Filmato integrale dell'incontroPer la prima volta nella vita amministrativa di Modugno, l’amministrazione parla con i cittadini in un incontro pubblico.

Riprese e post produzione di Alberto Covella

Per discutere con il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, questi gli indirizzi:
sede: via X marzo 88 - 70026 MODUGNO
posta elettronica: [email protected]
[email protected]
rivista: www.sudcritica.it

Newsletter

Grazie per esserti iscritto alla newsletter di Sudcritica. Stay tuned :)
Banner

Contattaci

Da (email)
Oggetto
Inserire questo testojqlwlcxt
 No SPAM
   
 

Chi è online

 88 visitatori online