Home
Sudcritica
=PIAZZETTA PALMINA video= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 30 Aprile 2012 11:26
                          

 

 

 

 

 

 

 

Piazzetta Palmina. Oltre le sentenze, la verità e il sacrificio di Palmina Martinelli. 23 aprile 2012, Fasano
Riprese Giovanni Buttiglione - postproduzione Alberto Covella, per Sudcritica

Ultimo aggiornamento Sabato 02 Giugno 2012 17:01
 
=INTISAR SHANF ABDALLAH= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 09 Giugno 2012 12:08

 intisar

di Tony Tundo

_____________

 

 

Smarriti nel dedalo di questo mundus horribilis siamo tentati dall’inerzia e confusi fino al rischio dell’afasia.  Ma non dobbiamo permettere che ci lobotomizzino, dobbiamo tenere ben stretto il capo della matassa aggrovigliata di oltraggi alla dignità umana, ed entrare ancora in un altro labirinto del Male perché è la sola via che abbiamo per uscirne. E se il viaggio è lungo, oltre i confini di casa nostra, andiamoci: la globalizzazione contiene anche l’orrore.  Siamo in Sudan dove il 13 maggio scorso il tribunale penale di Ombada, nello stato di Khartoum, Sudan centrale, ha condannato alla lapidazione una donna sudanese di 20 anni, Intisar Sharif Abdallah, accusata di adulterio. Un  processo sommario, una confessione estorta a suon di frustate dal fratello, la condanna. Riferiscono che Intisar Sharif Abdallah non ha avuto neppure la possibilità di comprendere le parole che decidevano la sua sorte, non c’era un interprete e l’arabo non è la sua lingua madre. La sentenza, ammesso che serva sottolinearlo, vìola gli  standard internazionali e la legge nazionale perché la pena capitale non si applica a madri con figli "in età di allattamento o che dipendono da esse” e il Sudan ha sottoscritto la Carta africana dei Diritti umani e dei Popoli sui diritti delle donne, dal 2005 inserita nella sua Costituzione.

Ultimo aggiornamento Sabato 09 Giugno 2012 12:31
 
=MODUGNO. I RIFIUTI LA PROPAGANDA E LE CONSULENZE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 18 Giugno 2012 09:38

29_aprile_2012_Gatti_sindaco-secondo_assessore_ambiente

Modugno - raccolta porta a porta centro storico foto Sudcritica 29.04.2012.

 

Ancora qualche domanda

sulla famosa raccolta differenziata

a Modugno

 

di pecora nera

_______________

 

 

Cara Sudritica, mi convinco che Modugno è proprio un paese sfortunato: è ricco di persone ingegnose e laboriose ma prolifera di amministratori che ritengono di aver a che fare con una popolazione rozza e dura di comprendonio, amministratori pronti a dirsi ‘tecnici’, ma tutti tecnici come la Fornero di turno che giunge a falsare i dati degli esodati per non voler risolvere una grave questione sociale…

Ultimo aggiornamento Martedì 19 Giugno 2012 16:59
 
=PERCHE' NOI, AMMINISTRATORI DI MODUGNO, DELLA CRISI CI FACCIAMO UN BAFFO...= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 15 Giugno 2012 15:03

logogrande_movimento

AL COMUNE DI MODUGNO UN CONSULENTE

RICEVE 35.000 EUROverdi002

PER UN MESE E MEZZO DI LAVORO

(PROGETTO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI)

(24.000 EURO AL MESE, CIRCA 1.000 EURO AL GIORNO)

A FOGGIA CON 6.400 EURO AL MESE

 HANNO LA CONSULENZA PER QUATTRO MESI

DI RAPHAEL ROSSI, UNO TRA I MASSIMI ESPERTI IN ITALIA DI "RIFIUTI ZERO"

Ultimo aggiornamento Sabato 16 Giugno 2012 08:03
 
=MODUGNO. VOCI E PENSIERI NEL PAESE CHE NON PARLA PIU'= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 26 Maggio 2012 12:45

assemblea_1

ASSEMBLEA PUBBLICA SU

‘COSTITUZIONE E QUALITA’ DELLA VITA’


25 maggio 2012.

Una sera col paese che non molla

 

 

 

Ultimo aggiornamento Sabato 26 Maggio 2012 19:40
 
=PRESIDENTE NAPOLITANO, RICORDA BESNIK SOPOTI?== PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 24 Novembre 2011 00:40

sopoti_2

Leggiamo sul Fatto quotidiano di oggi 7 maggio 2012 la seguente notizia:

 

"Le seconde generazioni degli immigrati sono “parte integrante della nostra società”. Lo ha scritto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in una lettera al Comune di Nichelino (Torino), che ha conferito oggi la cittadinanza onoraria a 450 ragazzi nati negli ultimi dieci anni sul territorio comunale da genitori stranieri. ”L’attribuzione della cittadinanza onoraria – ha affermato il capo dello Stato – può rappresentare un prezioso contributo per un’opera di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul tema, anche se tale provvedimento non ha ovviamente un valore giuridico, ma solo simbolico. L’iniziativa ha, tuttavia, il merito di riconoscere le seconde generazioni come parte integrante della nostra società. E’ evidente, come ho più volte rilevato, il disagio di tutti quei giovani che, nati o cresciuti nel nostro Paese, rimangono troppo a lungo legalmente “stranieri”, nonostante siano, e si sentano, italiani nella loro vita quotidiana”.

E' auspicabile che queste iniziative – ha concluso il presidente nella lettera inviata al sindaco – costituiscano uno stimolo a una seria e approfondita riflessione anche in sede parlamentare, per una possibile riforma delle modalità e dei tempi del riconoscimento della cittadinanza italiana ai minori stranieri”. ”Conferendo le 450 cittadinanze onorarie – ha detto il sindaco di Nichelino, Giuseppe Catizone – abbiamo voluto inviare un segnale al Parlamento affinché riveda la legge sulla cittadinanza sulla scia delle parole del capo dello Stato, che chiede di considerare italiano chi nasce in Italia”. Catizone ha annunciato anche che scriverà ai parlamentari piemontesi per chiedere la loro collaborazione. Nel corso della cerimonia, i bambini hanno ricevuto una copia della Costituzione, l’attestato di cittadinanza onoraria e una pubblicazione su Nichelino. Il Comune ha donato loro anche una spilletta dorata con la bandiera italiana, insieme alla bandiera del paese di provenienza."

 

Ci permettiamo di riproporre il nostro appello al Presidente per una vicenda intollerabile: quella del cittadino italiano Besnik Sopoti, italiano, appunto, per luogo di nascita (Bari) e per madre e tuttavia considerato dalle autorità italiane albanese per aver perso, suoa madre, la cittadinanza italiana in forza delle leggi razziali fasciste. Ha da dire niente il Presidente?

 

 

Caro Presidente, noi di SUDCRITICA e di ITALIA GIUSTA SECONDO LA COSTITUZIONE, siamo lieti della sua sollecitazione al riconoscimento della cittadinanza italiana ai bambini figli di extracomunitari e nati in Italia.

Possiamo segnalar le la storia penosa e avvilente del pittore BESNIK SOPOTI, nato in Italia (Bari) da madre italiana e diventato albanese solo perché sua madre sposò un giornalista albanese e perse per questo, leggi fasciste alla mano,  la cittadinanza italiana?

Abbiamo raccontato più volte questa storia; il Comune di Modugno (dove Sopoti abita da molti anni e dove vive di gesti di solidarietà) lo ha letteralmente preso in giro per anni e il Ministero dell’interno ha mostrato il suo volto più becero e razzista al rovescio, al punto da costringerlo a ricorrere alla magistratura (il Tribunale di Roma affronterà il suo caso il 12 maggio del 2012, grazie all'impegno civile e gratuito di un avvocato amico di SUDCRITICA).Legga, per favore, la sua storia e, se può, se vuole e se a tempo, ci faccia sapere il suo pensiero. Noi riteniamo che Sopoti abbia subito una violenza ed una ingiuria inaudite alle quali va posto rimedio. Grazie, con i nostri più cordiali saluti

SUDCRITICA

bambin_per_titoli

 

 

 

 

Le segnaliamo la seguente inchiesta di Sudcritica: 

Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Maggio 2012 12:05
 
UN PAESE CHE DIVORA SE STESSO PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 04 Febbraio 2011 13:34

PERCHE’ L’ITALIA RESPINGE L’ITALIANO BESNIK SOPOTI?

POSTUMI RAZZISTI DI UN PAESE CHE DIVORA SE STESSO
[dichiarazioni e foto concesse da Besnik Sopoti]

IL 10 MAGGIO PROSSIMO IL TRIBUNALEDI ROMA SI OCCUPERA' DELL'INCREDIBILE DRAMMA DI BESNIK SOPOTI. L'APPELLO DI ITALIA GIUSTA SECONDO LA COSTITUZIONE E DI SUDCRITICA E' A TUTTI I CITTADINI A NON LASCIARE SOLO SOPOTI. ITALIA GIUSTA E SUDCRITICA NON INTENDONO MOLLARE; SONO ARRIVATE FIN QUI E ANDRANNO OLTRE FINO AD OTTENERE GIUSTIZIA.

Sopoti_File0001   

 

 

 

Una breve inchiesta di Nicola Magrone
__________________________________

Besnik Sopoti è nato  in Bari (Italia) il 12 aprile 1935; vive a Modugno (Italia) dal 1991 dove ha abitato dal 9 dicembre 1991 in via Riva 27, dal 23 febbraio 1992 in Piazza Plebiscito 31, dal 6 settembre 1994 in Piazza dei Caduti 10, dal 3 novembre 1994 in via Veneto 38, dal 30 gennaio 1997 (e attualmente) in via Monte Cassino 32. Insomma, sono vent’anni che Sopoti abita a Modugno (Italia), immigrato albanese. Come? immigrato albanese? e perché, se egli nacque a Bari (Italia) da una splendida madre italiana?

Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Maggio 2012 12:41
 
=PALERMO MODUGNO. DUE P(a)ESI E DUE MISURE= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 24 Maggio 2012 12:38

DI_PIETRO

 

GATTIORLANDODice Leoluca Orlando, dall’alto del suo successo elettorale a Palermo: “La mia vittoria è uno schiaffo al sistema dei partiti”. E poi precisa che lui, leader nazionale di un partito (quello di Di Pietro) si è candidato sindaco di Palermo pur potendo continuare a godere dello status di deputato non solo ma anche di quello di presidente di una commissione parlamentare e pur vedendo, in prospettiva, una poltrona di ministro o di commissario europeo. Insomma, un gesto, il suo, quello di candidarsi a sindaco di Palermo, di amore estremo per la sua città. E sia.


Ultimo aggiornamento Venerdì 25 Maggio 2012 12:41
 
=IL LAGO DEI MISTERI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 27 Maggio 2012 19:38

2

Il cosiddetto lago nell'area della ex cementeria di Modugno, oggi 26 maggio 2012 [foto Buttiglione/Sudcritica]

Ultimo aggiornamento Domenica 27 Maggio 2012 20:29
 
=PER UNA RIVOLUZIONE ANTROPOLOGICA NELLA SCUOLA= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 15 Giugno 2012 12:01

scuolaLa politica della quantità

che impoverisce la scuola

 

di Elena Fabrizio e Carla Fabiani

__________________________________

 

Il tema della scuola, in tempo di crisi, viene affrontato per lo più da un punto di vista quantitativo: quante risorse disponibili spese e da spendere in previsione. Quanti tagli. Quanti esuberi fra gli insegnanti. Quanti precari da immettere in ruolo. Quanti pensionamenti. Consapevoli che queste politiche delle quantità rientrano in una più generale attività dei governi finalizzata a comprimere i costi dello Stato sociale, in estremo spregio, da destra e da sinistra, del fondamentale diritto all’istruzione, denunciamo in che misura esse vadano invece a incidere sulla qualità della didattica.

Ultimo aggiornamento Venerdì 15 Giugno 2012 12:17
 
=LA TRAGEDIA DI BRINDISI. RIACCADE?= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 19 Maggio 2012 21:52

brTutto il dolore. Ma attenti alle ipotesi

 

di Rossana Gismondi

__________________

 

Accade a Brindisi, lo sapete: c’è una ragazzina di sedici anni sventrata da una bomba, mentre andava a scuola. Dunque, c’è un Paese -anzi più di un’intera generazione- che scopre, all’improvviso, cosa significa uscire di casa al mattino e correre il rischio di venire uccisi da una bomba.

Ultimo aggiornamento Domenica 20 Maggio 2012 17:44
 
=ROSARIO COLUCCIA, IL PURISTA MODERATO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Sabato 12 Maggio 2012 19:45

Rosario_Coluccia

 

 

Per una bussola di comportamento

fra lingua comune, anglicismi e linguaggi specialistici.

"Oggi gli italiani posseggono la lingua italiana e la Costituzione"

 

 

Conversazione di Tony Tundo

con Rosario Coluccia,

presidente nazionale dell'Associazione per la Storia della lingua italiana (ASLI, Firenze)  

_________________________________________________________

.

Qualche decennio fa, quando ero immersa nelle sudate carte del testo di Storia della lingua, avrei dato del pazzo a chi mi avesse detto che ne avrei discusso un giorno con un de Saussure del terzo millennio,  invece mi trovo nell’Ateneo leccese e sto per realizzare la mia “intervista impossibile”. Non schermirti, questo penso. Ti presento  a quanti non ti conoscono. Il prof. Rosario Coluccia è ordinario di Linguistica italiana  presso l’Università del Salento e Preside della facoltà di Lettere e Filosofia. E’ Presidente Nazionale della Associazione per la Storia della Lingua Italiana (ASLI, Firenze) e Segretario della Società Internazionale di Linguistica e Filologia Italiana (SILFI, Basilea). Caro Pino (ti chiamerò come ho sempre fatto) mi dai un’opportunità  davvero ghiotta  perché la questione  della lingua, dell’evoluzione/involuzione della lingua, è stato il mio rovello per tutto il tempo della mia esperienza professionale, perché ne parlo addirittura con un Accademico della Crusca, poi perché questo Accademico è un mio amico di liceo.

Ultimo aggiornamento Domenica 13 Maggio 2012 08:05
 
=14 DOMANDE E 14 RISPOSTE SULLE RAGIONI DEI NO TAV= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 02 Maggio 2012 12:12

NOTAV"14 motivi per non fare la Torino-Lione.

Domande e risposte"

 

1 - Quali sono le vere ragioni per cui il Governo dichiara di voler riconfermare la Torino Lione come opera strategica?

E’ vero che l’Unione Europea ritiene che il progetto prioritario n. 6, ex Corridoio 5, “Lione-Trieste/Koper-Lubiana-Budapest-frontiera ucraina” faccia parte dei 30 progetti prioritari della Rete di Trasporto Transeuropea (TEN-T), ma è altrettanto vero che l’Europa non ha mai chiesto all’Italia di realizzare una linea ad Alta Velocità su questa direttrice, ma al contrario ha chiesto di intervenire sulle linee ordinarie.

Ultimo aggiornamento Domenica 06 Maggio 2012 20:46
 
=L'OLIO DI OLIVA PUGLIESE NON PARLA TEDESCO E IL NOSTRO AGRICOLTORE STUDIA DA SOLO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 03 Maggio 2012 19:40

ulivo1Olio di terra di Bari. La scontrosa solitudine di un prodotto di nicchia

 

di Giovanna Crispo

_________________________

foto Covella/Sudcritica

 

 

La mancata valorizzazione dell’olio d’oliva extravergine pugliese è problema di grande attualità, visto che i prezzi all’ingrosso dell’ultima campagna di commercializzazione, sulla piazza di Bari, sono quasi dimezzati rispetto alla precedente.

Qualcuno potrà ipotizzare che, semplicemente, la produzione sia raddoppiata a fronte di un consumo costante.

Per verificare se questa è una spiegazione plausibile è necessario rapportarci alla produzione su scala mondiale, ricorrendo alle stime del Consiglio Oleicolo Internazionale.

Scopriamo, così, che la produzione mondiale è effettivamente aumentata, rispetto all’annata precedente, ma solo del 3%.

Più in dettaglio, i ¾ della produzione sono stati ottenuti nell’Unione Europea e la Spagna da sola copre il 62% di tale quota; inoltre, dovrebbero ottenere incrementi di produzione anche altri Paesi del Mediterraneo che in ordine di importanza nel settore sono la Tunisia, la Turchia, la Siria, il Marocco e l’Algeria.

Ultimo aggiornamento Giovedì 03 Maggio 2012 21:00
 
=QUESTIONE MORALE E POLITICA. Garanzie individuali e ragioni della collettività= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 12 Aprile 2012 12:31

LA_CRICCA_MODUGNO

 

Un caso esemplare da studiare

in onore e memoria del “cittadino modello”

 

PERCHE’ IL CONSIGLIO COMUNALE DI MODUGNO

DOVREBBE DIMETTERSI.

 

di Nicola Magrone

_____________

 

“processi pubblici” e “sanzioni politiche”

Il riesplodere, negli ultimi mesi, della “questione morale” nella politica ripropone una serie di problemi, dalla celebrazione caotica sui giornali di “processi pubblici” incontrollati al rapporto tra vicende giudiziarie e conseguenze propriamente politiche (dimissioni, espulsioni, sanzioni, decadenza e così via di persone investite di funzioni rappresentative, dal deputato al consigliere comunale, coinvolte in vicende giudiziarie). Antiche questioni non ancora risolte ed anzi incrudelite nel tempo.

Proviamo, qui, a ricapitolarle adottando come caso scolastico l’esempio concreto di quel che accade in una cittadina pugliese.  

indagati

Il “caso Modugno”

Ecco: che cosa deve pensare e dire il cittadino, quello più disinteressato e altruista, quello più rispettoso della legalità, insomma il “cittadino modello”, mettiamo di Modugno, paese a ridosso di Bari, notoriamente tra i più industrializzati della Puglia e altrettanto notoriamente tra i più degradati dal punto di vista urbanistico, sociale, culturale, sanitario, se da almeno un anno di tanto in tanto legge il giornale e scopre che l’amministrazione comunale del suo paese è “una cricca” che gestisce per interessi privati gli appalti pubblici e le concessioni? Deve crederci, deve rifiutarsi di crederci, deve tentare di capire domandando in giro come deve comportarsi, in una situazione del genere, il “cittadino modello”, rispettoso della dignità degli altri, rispettoso delle leggi, rispettoso di tutto e di tutti? Deve far finta di niente? Deve atteggiarsi lui pure a indignato e pretendere che giustizia sia fatta qui ed ora, ai piedi di una forca improvvisata e al cospetto di una folla plaudente? E se il suo giudizio, del cittadino “modello”, sulla sua amministrazione comunale è severamente critico perché la giudica incapace se non dannosa per la sua stessa vita, del cittadino, deve attenuare i toni della sua critica per evitare di essere confuso con quanti usano le vicende giudiziarie per proseguire la loro opposizione “con altri mezzi”?

Ultimo aggiornamento Giovedì 12 Aprile 2012 13:29
 
=25 APRILE E 1° MAGGIO A MODUGNO. I PADRONI RESISTENTI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 29 Aprile 2012 17:08

 

quartiereL’invasore mascherato

di Nicola Sacco

____________

Raggelante celebrazione del 25 Aprile a Modugno. Un corteo sfida per le strade cittadine come un idra a tre teste: ogni testa in cosiddetta rappresentanza delle istituzioni locali. Il sindaco Domenico Gatti, il consigliere provinciale Giuseppe Rana, il consigliere regionale L’Innominato.

 

 

 

la tribuna dei comizi a Modugno e il vuoto del 25 aprile. foto Sudcritica


Ultimo aggiornamento Lunedì 30 Aprile 2012 16:13
 
=28 APRILE - GIORNATA MONDIALE VITTIME AMIANTO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 24 Aprile 2012 21:10
   

Un promemoria per gli amministratori che guardano altrove

 

Campagna informativa contro l'amianto della Webcommunity di Arte e Poesia Anforah

 

            


    

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Martedì 24 Aprile 2012 23:33
 
=DUE PAROLE MIE A PALMINA MARTINELLI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 24 Aprile 2012 20:10

Panoramica_

"piazzetta Palmina" a Fasano - foto Covella/Sudcritica

 

L'atto di accusa di una bambina che si volle rimuovere

come il gesto di una strega.

 

di Francesca Di Ciaula

___________________

 

Ultimo aggiornamento Martedì 24 Aprile 2012 21:56
 
=PIAZZETTA PALMINA A FASANO= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 23 Aprile 2012 19:09

cerimonia_1

Nella foto Sudcritica, il parroco don Vito, Mina Martinelli, Nicola Magrone, Lello Di Bari

 

PALMINA MARTINELLI: COMUNE LE DEDICA VIA, FU VITTIMA VIOLENZA

BRUCIATA VIVA A 14 ANNI PER RIFIUTO PROSTITUIRSI, TARGA A FASANO

CRO - 2012-04-23 15:35

(ANSA) - FASANO (BRINDISI), 23 APR - Palmina Martinelli non é una vittima in attesa di giustizia, "é in attesa di un risarcimento per l'ingiustizia che le è stata fatta": lo ha detto Nicola Magrone, che fu pm nel processo per l'omicidio di Palmina Martinelli, arsa viva a 14 anni per aver rifiutato di essere avviata sulla strada della prostituzione. Magrone, che con l'aiu to dei medici rianimatori, registrò le ultime dichiarazioni di Palmina Martinelli, ha partecipato oggi alla cerimonia che si è tenuta a Fasano per intitolare a Palmina Martinelli una piazza adiacente al Comando della polizia municipale. "Largo Palmina Martinelli (1967-1981) giovane vittima di crudele violenza" è scritto sulla targa scoperta da Magrone insieme col sindaco, Lello di Bari, e con una delle sorelle di Palmina, Giacomina. Alla cerimonia hanno partecipato anche i ragazzi dell'associazione antimafia 'Libera' che da alcuni anni ha inserito il nome della quattordicenne tra quelli delle vittime dell'omertà e della mafia, sottolineando che "in punto di morte Palmina pronunciò il nome dei suoi aguzzini, ma quella voce ridotta a un filo dall'agonia non fu ascoltata da nessun giudice". Magrone ha ripreso queste considerazioni di 'Libera' ricordando un giudizio che egli diede dopo le assoluzioni: "Se si fosse trattato della figlia di  un giudice - dichiarò - Palmina sarebbe stata creduta". L'iniziativa del Comune - ha detto ancora l'ex pm - "é un gesto di altissimo valore morale e civile; esso, onorando Palmina, onora la comunità di Fasano, il sindaco e l'amministrazione".

Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Aprile 2012 20:51
 
=FASANO, PIAZZETTA PALMINA MARTINELLI= PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 09 Marzo 2012 23:38

1276692362735MartinelliPalmina_video

Lunedi 23 aprile 2012 alle ore 11 il Comune di Fasano intitolerà a

Palmina Martinelli

"vittima della violenza e del degrado sociale (1967-1981)"

una piazzetta della città.

E’ un gesto che Sudcritica, il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione e Popoli & Costituzioni fondazione onlus giudicano di altissimo valore morale e civile; esso, onorando Palmina, onora il Sindaco, l’Amministrazione e la comunità di Fasano.

 

 

[…] la madre fa la vita a Martina; mi voleva portare lì; io non ci volevo andare; mi ha detto: “tu morirari con le mie mani”; ho detto io: ammazzami ma io con te non ci vengo. Allora, da quel giorno hanno fatto un sacco di dispetti… lettere; dicevano che mamma invece di andare a lavorare andava per la strada. Ora mi hanno fatto questo sfregio; se guarisco mi ammazzeranno. Mi hanno dato la varichina molto tempo fa. Ho quindici anni e della vita mi sono stancata; vorrei soltanto morire nelle braccia di Cristo che mi aspetta

 

Dichiarazione di Palmina al Pubblico Ministero. Dalle pp. 132-133 del libro Il processo a Palmina - FATTI TUOI - cronaca di un omicidio negato, edizioni dall’interno-Sudcritica, Bari 1984


IL COMUNICATO DEL COMUNE DI FASANO

Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Aprile 2012 19:43
 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 20 di 23

Sudcritica Flash

==MARIO MARANGI, PER L'EXTRAVERGINE DI PUGLIA 'CREARE RETE' TRA I PRODUTTORI=Le ‪‎difficoltà‬ ma anche le grandi ‪opportunità‬ dei ‪‎produttori‬ ‪‎oleari‬ che puntano all'‪‎innovazione‬ e alla ‪‎qualità‬, in ‪Puglia‬ come a Modugno‬.
‪‎Investire‬ nell'‪olivicoltura‬ significa anche ‪valorizzare‬ il ‪territorio‬ e il tessuto‬ ‪sociale‬.
Ecco le ‪sfide‬ che affrontiamo noi ‪giovani‬ ‪‎imprenditori‬ ‎agricoli‬.
[v.in Sudcritica Modugno]

Sudcritica Flash

=IL COMUNE DI MODUGNO ABBATTE IL 'MURO'. LO ACQUISTO' COME OPERA D'ARTE, LO DISTRUGGE COME BAGNO FATISCENTE=
di Francesca Di Ciaula.Il 2 febbraio scorso, in piazza Romita Vescovo, un tempo adibita a mercato del pesce, sono iniziati i lavori di demolizione della parete adiacente ai bagni pubblici.
La motivazione è presto detta: sicurezza e salvaguardia della pubblica incolumità, fatiscenza delle strutture. Il tutto per una spesa di 35 000,00 €.
La parete ricoperta di marmo nero, fu costruita a ridosso della chiesa seicentesca delle Monacelle in pieno centro storico, per nascondere un bagno pubblico, alla vista di chi sostava nella piazzetta. Una visione dai contrasti indicibili. Un monolite scuro e dietro la parete chiara dell'antica chiesetta. L'antico e il nuovo, maldestro tentativo di dare dignità al piastrellato che ha invaso il paese, eppure opera pubblica. La modernità imposta per capriccio o arbitrio, il marmo contro la pietra povera antica. Oggi ulteriore denaro pubblico è stato impiegato per distruggere quel manufatto a nessuno mai piaciuto per la sua manifesta volgarità.

[v.leggi tutto in Sudcritica Modugno]

Sudcritica Flash

=ITALIA GIUSTA, IL COMUNE DI MODUGNO BLOCCHI LO 'SFRATTO' DELL’ISTITUTO DEL NASTRO AZZURRO=
di Tina Luciano.

Il movimento Italia Giusta secondo la Costituzione sollecita il Commissario prefettizio a Modugno perché blocchi lo ‘sfratto’ dell’Istituto Nastro Azzurro fino a quando sarà pronta la nuova sede ad esso destinata, in locali comunali che oggi ospitano i Servizi sociali.Il Museo e le Associazioni combattentistiche raccolte nell’Istituto custodiscono oggi le poche tracce esistenti di una memoria collettiva di Modugno, perse le quali va definitivamente in frantumi l’identità dell’intera città.
Un luogo della memoria va protetto e tutelato: insistere nel volerlo ‘sfrattare’ ha il sapore iconoclasta della provocazione, del voler far apparire come insensibile al bene pubblico una pubblica amministrazione che deve invece avere a cuore unicamente le esigenze sociali.

[v.anche in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=CONSUMO DI SUOLO E COMUNITA' SENZA IDENTITA'. INCONTRO CON GIUSEPPE MILANO=
Il 23 gennaio 2015. Sono intervenuti Pasquale De Santis e Nicola Magrone."Contro il mostruoso consumo di suolo in tutta Italia, serve una mobilitazione dei cittadini, una coscientizzazione che ci faccia capire che la cementificazione costante ha un forte impatto sociale, significa alienazione, perdita di coesione della comunità, significa che non esiste più un'identità delle nostre città. Sentiamo spesso dire che si vuole 'costruire il futuro': ma lo si dice a vuoto, mentre si perpetuano questi atteggiamenti di noncuranza e di malapolitica. Costruire il futuro significa cominciare a far le cose per bene ogni giorno nelle nostre città. Quel che è successo a Modugno lo sapete voi, non ho titolo per parlarne ma parlano i fatti. Basta col dire che edilizia e urbanistica vanno visti come motore dello sviluppo, se poi sappiamo che servono per creare solo lo sviluppo di pochi... basta!"

Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[v.anche in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=SOVRANITA' NAZIONALE
MONETARIA
E DEBITO PUBBLICO=

Serafino Pulcini/
Mino Magrone

Monete-antiche-riportate-alla-luce-in-uno-scavo-archeologico


_________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=PROTEZIONE CIVILE, INCONTRO CON GIUSEPPE DI CIAULA=
Il 9 gennaio 2015. Coordinamento, formazione, esercitazioni, sicurezza sono i cardini di una buona protezione civile.Fondamentale un piano dettagliato di intervento, con volontari professionali i quali - quando dovessero verificarsi emergenze - sanno che fare ma non usurpano i compiti dei professionisti. Partecipano il presidente di Italia Giusta secondo la Costituzione, Pasquale De Santis, e Francesca Di Ciaula, della segreteria del movimento.
Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[v.anche in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=PROTEZIONE CIVILE, INCONTRO CON WILLIAM FORMICOLA=
Il 12 dicembre 2014, su ''Stato di salute del territorio italiano e ruolo della protezione civile''.Al centro dell'intervento, le azioni che gli amministratori devono compiere per prevenire, e per intervenire nel verificarsi di emergenze; gli effetti della mano dell'uomo sull'aggravamento dei rischi, i pericoli legati al consumo del territorio e al costruire senza regole. E' intervenuto il presidente di Italia Giusta, Pasquale De Santis.
Riprese video di A.Covella per Italia Giusta/Sudcritica

[in Sudcritica Modugno]

=POLITICA E CONSENSO=

=LA POLITICA
DELLE LOCUSTE=

locuste-madagascar


se si vuole tentare
un recupero
delle regole
che tutelino tutti,

bisognerà scontentare
i gruppetti di interesse
che si concentrano come locuste
intorno al patrimonio pubblico

di  Tina Luciano
__________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=CULTURA, SCUOLA E
TERRITORIO E LA 'NUOVA'
FIERA DEL CROCIFISSO
A MODUGNO=

seminario IG di ciaula longo lobaccaro

Per i Seminari di Italia Giusta
secondo la Costituzione,
incontro - il 21 novembre 2014 -
col musicista dei Radiodervish
Michele Lobaccaro
e con Francesca Di Ciaula
e Valentina Longo.
Su politiche culturali a
Modugno, sul successo
della 'nuova' Fiera
del
Crocifisso inaugurata
con l'amministrazione
Magrone
e sull'importanza
delle relazioni
tra scuola e territorio.

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=ECONOMIA E UE.
CI VORREBBE KEYNES
MA E' TROPPO
DI SINISTRA=

keynes-main-photo


Ilquadro
macroeconomico

dell’Europa
dovrebbe suggerire
la ripresa di politiche economiche
poggiate sulle argomentazioni
della cosiddetta sintesi postkeynesiana.
Invece, ciò è ancora molto lontano
dall’essere preso in considerazione
dalle istituzioni europee

di  Mino Magrone

____________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=LE SCELTE FISCALI DELLA GIUNTA MAGRONE PER PROTEGGERE I CETI MENO ABBIENTI=
Incontro con Dino Banchino.

Per i seminari di Italia Giusta secondo la Costituzione, incontro con l'assessore al Bilancio dell'amministrazione comunale di Modugno guidata da Nicola Magrone.Banchino ha parlato delle scelte fiscali fatte dalla giunta, tutte improntate all'art.53 della Costituzione italiana, per il quale il sistema tributario nel nostro Paese "è informato a criteri di progressività”.
Per questo, per il 2014 a Modugno non si è pagata la TASI, preferendo scaricare il peso maggiore della contribuzione dei cittadini sull'Irpef. Sono intervenuti Pasquale De Santis, presidente di Italia Giusta secondo la Costituzione, e Nicola Magrone.

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=MODUGNO, LA GIUNTA MAGRONE E L'AIUTO AI PIU' DEBOLI=
Incontro con Rosa Scardigno

Per i seminari di Italia Giusta secondo la Costituzione, incontro con l'assessore ai servizi sociali dell'amministrazione comunale di Modugno guidata da Nicola Magrone.Al centro dell'intervento dell'assessore, gli sforzi per ricostituire servizi disastrati (Ufficio di Piano, in primis), le necessità cui assolvere senza arbitrio, la descrizione di un lavoro interrotto a poco più di un anno dall'insediamento, quando avrebbe potuto dare aiuti più congrui.

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=MODUGNO.
CON ITALIA GIUSTA
PER ROMPERE
L'AGGLOMERATO
DI POTERE=

logo italia giusta internet


Da queste parti
smuovere la stagnazione
di poteri è stato
un azzardo
ed una scelta
 coraggiosa.
E tuttavia la dimostrazione
che un movimento possa spezzare

un meccanismo consolidato
c'è stata.
[...] Che si possano tentare
scelte politiche limpide e nette,
l'esperienza amministrativa
modugnese ce lo insegna

di  Francesca Di Ciaula
____________________

 [Leggi tutto]

I SEMINARI DI ITALIA GIUSTA

=MODUGNO, LA NUOVA FIERA DEL CROCIFISSO=
Incontro con Tina Luciano -
"Queste sono le ragioni e le modalità della nuova configurazione della Fiera del Crocifisso......da un lato riannodare i fili con il centro della città, dall’altro garantire la sicurezza in un sito che, oltre ad essere isolato non garantiva nemmeno l’incolumità dei visitatori".

[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=I LUOGHI=

=BORGO TACCONE.
STORIA PICCOLA
DEL SUD=

taccone7


Borgo Taccone
è questo luogo
dell'assenza,
una storia mancata
di insediamenti rurali.
Eppure non riesci
ad individuare la parola fine
a questa storia.
Il borgo intero sembra piuttosto
un racconto interrotto.

di  Francesca Di Ciaula
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=IL MATTONE DI CALVINO.
60 ANNI DOPO=

Credits-LaPresse h partb


“Un sovrapporsi
geometrico di parallelepipedi
e poliedri, spigoli e lati di case,
di qua e di là, tetti, finestre,
muri ciechi per servitù contigue
con solo i finestrini smerigliati
dei gabinetti uno sopra l’altro”.

di  Nicola Sacco
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=CRISI. PER SALVARE
L'EUROPA BASTEREBBE
SVEGLIARE IL GIGANTE=

images


Una modesta
frazione

di questo gigante finanziario
narcotizzato e costretto
a stare improduttivo può,
purché l’Europa e la Germania
lo vogliano, finanziare opere
e interventi comuni di sviluppo
e crescita dell’occupazione
di lavoratori in Italia ed in Europa

di  Mino Magrone
______________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=MODUGNO.
LA DIGNITA' POSSIBILE=

francesca4


Questo, il sindaco
di Modugno,
Nicola Magrone,
ha insegnato nel primo anno
di amministrazione a chi
ha voluto comprendere:
a essere chiari,
a pronunciare il nome delle cose
senza timore, pubblicamente,
non in cenacoli all’ombra
di qualche interesse
che non fosse quello
di tutti i cittadini.

di  Francesca Di Ciaula

____________________

 [Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=TAMARO, IL GRANDE NEMICO
E' IL NIENTE. O LO E'
PIUTTOSTO IL NICHILISMO?=

rotoletti010


L'angoscia e il disagio
non sono soltanto
sentimenti dei giovani,
sono invece
di noi tutti
in quanto mortali
destinati a finire,
al niente

di  Mino Magrone

_______________

[Leggi tutto]

Sudcritica Modugno

=GUASTO A PASSAGGIO A LIVELLO MODUGNO. IL SINDACO, SITUAZIONE ASSURDA CHE SI RIPETE= 5 aprile 2014 - Dice Nicola Magrone: "Prendero' le opportune iniziative per l'attuazione puntuale di intese precise sui compiti i di Fal e Rete Ferroviaria Italiana. Quello che serve e' scongiurare ulteriori situazioni di grave pericolo".[Leggi tutto in Sudcritica Modugno]

=DISCUSSIONI=

=“La grande bellezza”?=

la grande bellezza


Finché continua
l’umana avventura
in questa valle,
ci sarà scienza, arte,
religione
e l’apocalisse del pensiero
lasciamola ai meno dotati.
Non ci riguarda.

di  Pippo De Liso

_______________

[Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=JOBS ACT, LAVORO

SENZA DIRITTI

E SENZA DIFESE=

CGIL crisi

 
l’Europa solidifica
interessi preminenti
anche sottraendo
ai Paesi
a sovranità nazionale
le tradizioni politiche
e i documenti storici d’identità.
L’Italia è in prima fila con la cessione
della Costituzione e la fiammata
di follia collettiva del cambiamento
a tutti i costi, soprattutto in peggio

di  Pippo De Liso

_______________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

=Per far ripartire l'Italia

non serve stravolgere

la Costituzione=

costituzione

Proposta, da parte di un attivista

di Italia Giusta, di una piccola

guida pratica, aperta a suggerimenti,

per orientarsi tra i temi

di stretta attualità politica

di  Nicola Sacco

_______________

[ Leggi tutto]

Sudcritica Modugno

=RACCOLTA DIFFERENZIATA A MODUGNO, SUDCRITICA INTERVISTA L'ASSESSORE = 17 marzo 2014 - Puoi seguire l'intervista anche alla pagina di Sudcritica Modugno.Tra breve, finalmente, anche a Modugno (e per l'intero Aro del quale Modugno è capofila) ci sarà un bando di gara per una vera raccolta differenziata. Con l'aiuto e la collaborazione di tutti i cittadini dovrà portare al traguardo 'rifiuti zero'. L'assessore comunale Tina Luciano spiega a Sudcritica come accadrà.

Riprese e post produzione di Alberto Covella

Per discutere con il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, questi gli indirizzi:
sede: via X marzo 88 - 70026 MODUGNO
posta elettronica: [email protected]
[email protected]
rivista: www.sudcritica.it

=DISCUSSIONI=

Larroganza

della Rai

In nessun altro

Paese europeo

si assiste al pagamento

di un canone obbligatorio

a fronte di una pubblicità

invadente e accentratrice

di  Pippo De Liso

_______________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

Il documento

alternativo

"Il sindacato

è un'altra cosa"

per il XVII Congresso

della Cgil

 

di  Pippo De Liso

__________________

[ Leggi tutto]

=DISCUSSIONI=

Una sinistra

nata piccolo-borghese

 

di  Franco Schettini

__________________

a mio avviso il nostro “marxismo” altro non è stato che riformismo piccolo borghese, nemmeno socialdemocratico

Il 15 giugno del 1975 Pasolini scriveva, dopo le effimere vittorie delle sinistre, che “l’Italia è nel suo insieme ormai un Paese spoliticizzato, un corpo morto i cui riflessi non sono che meccanici. L’Italia cioè non sta vivendo altro che un processo di adattamento alla propria degradazione”.

[ Leggi tutto]

Contro la violenza sulle donne

MAGRONE, PALMINA E LE SUE PAROLE HANNO CAMBIATO LA MIA VITA
Casacalenda, 16 novembre 2013 - intervista di Maurizio Cavaliere. Magrone ricorda il giorno in cui palmina martinelli gli parlò in punto di morte, rivelandogli i nomi dei suoi aguzzini. La 14enne di fasano morì data alle fiamme nel novembre 1981, si era rifiutata di prostituirsi.

=LA VIOLENZA ESIBITA=

di Francesca Di Ciaula

____________________

violenza2 [ Leggi tutto]  

DON TONINO BELLO - LA COSCIENZA E IL POTERE

IL POTERE, LA LEGGE, LA COSCIENZA
Don Tonino Bello ricordato dal sindaco di Modugno, Nicola Magrone, a Mola di Bari, il 16 ottobre 2013, con l'assessore regionale Guglielmo Minervini e don Gianni De Robertis.La speranza nel patto tra deboli, se non per rovesciare il potere almeno per attenuarne l'abuso. Tornare alle origini di don Tonino Bello è tornare alle origini del nostro popolo, cioè la Costituzione. Secondo il sindaco di Modugno, oggi la costituzione non deve essere modificata.

cronache dall'interno

=IL SINDACO DI MODUGNO NICOLA MAGRONE E LA SUA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI=
26 settembre 2013 - Filmato integrale dell'incontroPer la prima volta nella vita amministrativa di Modugno, l’amministrazione parla con i cittadini in un incontro pubblico.

Riprese e post produzione di Alberto Covella

Per discutere con il Movimento Italia Giusta secondo la Costituzione, questi gli indirizzi:
sede: via X marzo 88 - 70026 MODUGNO
posta elettronica: [email protected]
[email protected]
rivista: www.sudcritica.it

Newsletter

Grazie per esserti iscritto alla newsletter di Sudcritica. Stay tuned :)
Banner

Contattaci

Da (email)
Oggetto
Inserire questo testobsmdwlod
 No SPAM
   
 

Chi è online

 11 visitatori online